VIDEO/ Sidigas Avellino, Sacripanti timoroso: “Settimana difficile, Trento squadra forte con campo caldo”

11 febbraio 2016

La Sidigas è pronta a calare il settebello e si prepara al meglio per affrontare la difficile trasferta di Trento contro l’Aquila Basket con cui la Scandone condivide la quinta posizione in classifica a 22 punti.

E’ stata una settimana particolarmente difficile per il team avellinese. Così coach Sacripanti nella conferenza di presentazione della prossima partita dei lupi bianco verdi: “E’ stata una settimana dove abbiamo dovuto far fronte a diverse vicissitudini. Ragland non si è allenato e abbiamo dovuto registrare qualche piccolo infortunio a Cervi e Nunnally, interessati da un taglio sotto lo zigomo e da una forte contusione alla spalla. Non credo ci saranno problemi per l’impiego in partita, speriamo solo che Ragland, causa motivi logistici, riesca ad essere del match. Mi dispiace per il fatto che sono settimane che lavoriamo con intensità e al gran completo e ritornare indietro rallenta la qualità del nostro lavoro” 

Sul prossimo avversario così si espone l’allenatore biancoverde:” Trento è una squadra che sta facendo una qualità di gioco molto alta, giocheremo su un campo particolarmente difficile. In casa i bianconeri prendono un sacco di tiri nei primi secondi e vanno forte in contropiede. L’atipicità dei lunghi Pascolo e Wright che possono attaccare spalle e fronte a canestro può essere un pericolo per noi. Gli esterni Sanders, Sutton, Lockett sono ali piccole ma che hanno una forza fisica devastante e in casa sono particolarmente aggressivi e difficili da superare”.

Sulla zona match up che è risultata un’arma vincente sia contro Brindisi che con Trento, a chi gli chiede se verrà riproposta contro il team di Buscaglia Sacripanti è sibillino: “Questa settimana ci siamo soffermati sui nostri punti di forza e la zona match up ne fa parte; abbiamo allenato anche gli altri espedienti tattici che ci possono portare a fare bene. I nostri meccanismi difensivi sono rodati,mentre in attacco stiamo migliorando tantissimo con la nostra fluidità di gioco tant’è che gli avversari studiano attentamente le nostre situazioni”.

Sul futuro e sul lavoro dello staff in questo momento così importante della stagione, l’ex coach canturino dichiara: “Ci sono tutte le basi per fare qualcosa di importante,soprattutto quando hai una società che è pronta ad intervenire in ogni momento per far sì che la Scandone si mantenga ad alti livelli. Quando fai un buon lavoro di programmazione è normale trarre dei benefici nel corso degli anni. Tutto il nostro staff ci sta offrendo un prezioso contributo anche in vista della preparazione della Coppa Italia perchè, nel caso in cui andassimo avanti, dobbiamo essere pronti ad affrontare tutto ciò che viene. Tutto lo staff è coinvolto in questo momento così importante per noi.”

Un ultimo accenno viene fatto sull’estetica del gioco della Sidigas: “Sicuramente si vendono più biglietti quando si vince e si gioca un buon basket, ma sono sicuro che la gente si esalta e s’immedesima anche quando si lotta e si suda in difesa prendendo sfondamenti e sportellate. Se c’è questo spirito spesso e volentieri ti vengono giustificati anche qualche tiro sbagliato in mancanza di un pò di qualità”.

Carlo Maria Imparato