VIDEO/ Sicurezza sismica: “In Irpinia gran parte degli edifici da controllare”

22 marzo 2018

“Le innovazioni introdotte dalle NTC 2018 – Sicurezza sismica delle costruzioni”: questo il titolo del convegno organizzato in mattinata presso l’Hotel De La Ville di Avellino.

Presente la dott.ssa Claudia Campobasso, Dirigente del Genio Civile di Avellino, il Presidente dell’ordine degli ingegneri Luigi Masi e altri esperti a livello nazionale come il prof. Edoardo Cosenza, Ordinario della Federico II ed ex assessore ai LL.PP. della Regione Campania, il prof. Mauro Dolce, Direttore Generale del Dipartimento della Protezione Civile Nazionale, il prof. Andrea Proto e prof. Gianfranco Urciuoli (Federico II), il prof. Faella e il prof. Ascione (Università di Salerno).

“A causa del terremoto dell’80 la gran parte degli edifici dell’Irpinia sono stati ricostruiti secondo le norme antisismiche – ha detto la Campobasso ai margini dell’incontro – Buona parte del patrimonio edilizio è quindi a norma, il problema riguarda tutto ciò edificato prima del sisma e non successivamente adeguato. L’attenzione va posta prima sugli edifici pubblici e poi sui privati, ma devo dire che da questo punto di vista sono stanziati diversi fondi da Comune e Regione”.

Dal palco, si è detto orgoglioso di aver partecipato alla kermesse odierna il Presidente dell’Ordine degli Ingegneri Luigi Masi. “Quella di oggi è una tappa fondamentale in un percorso di informazione e formazione che tende a risolvere i gravissimi problemi delle nostre strutture pubbliche e private. Il problema della sicurezza delle scuole è sotto l’occhio di tutti, noi dobbiamo migliorare le condizioni delle strutture della provincia e farlo adesso, senza aspettare un eventuale ed inaugurato evento calamitoso”.