VIDEO/ “Si può” traccia il suo bilancio: alleanze aperte in vista delle amministrative di Avellino

19 giugno 2017

Il gruppo consiliare di minoranza al Comune di Avellino, “Si può”, traccia il bilancio del proprio lavoro in seno agli ultimi anni di amministrazione del sindaco Paolo Foti.

Un momento di riflessione per rivendicare le numerose mozioni proposte in assise, spesso approvate all’unanimità ma rimaste lettera morta, utile anche a far convergere le forze politiche di opposizione in vista delle prossime elezioni amministrative.

A fare il punto la consigliera Nadia Arace: “Il nostro impegno è stato puntellato da una serie di interventi ed iniziative di controllo che abbiamo portato avanti nelle facoltà che spettano alla nostra carica di Consiglieri, restando sempre particolarmente attenti all’uso e alla gestione del patrimonio comunale. Ci siamo occupati di importanti realtà in questo senso, che vanno dallo Stadio Partenio alla ormai compromessa piscina Comunale, fino all’Ex Cinema Eliseo per il quale si è consumata una triste vicenda di opportunità elettorale”.

“Siamo intervenuti soprattutto sulle mancanze in termini di trasparenza che quest’amministrazione sembra collezionare, con esplicite richieste di chiarimenti e di interventi da parte dell’Anac. Proprio rispetto alla questione del patrimonio – aggiunge Arace – manca infatti tutta la parte informativa sullo stato attuale degli affidamenti e delle concessioni”.

“Ma oltre all’attività di controllo – prosegue – sappiamo che una seria opposizione deve fornire soprattutto proposte, e non abbiamo mancato di farlo concentrandoci anche su questioni tralasciate come quella del pacchetto sulle povertà, tema rispetto al quale quest’amministrazione resta ancora muta”.

“Intanto, l’anno che ci separa dalle prossime elezioni amministrative si prospetta assai duro, con una campagna elettorale che, come stiamo registrando negli ultimi giorni, viene già portata avanti attraverso il conferimento di incarichi professionali ad amici e conoscenti. A questo intendiamo anteporre delle idee, e crediamo che il lavoro che abbiamo svolto fino a questo momento possa rappresentare una buona traccia programmatica per i prossimi anni”.

Il gruppo consiliare “Si può”, intanto, resta aperto a future collaborazione politiche: “In questo momento il gruppo consiliare è candidato alle prossime elezioni amministrative sulla base di un programma e di linee guida condivise. Adesso è importante concentrarci su tutte quelle forze politiche che in questi anni hanno contrastato l’amministrazione Foti, che dovranno tuttavia dimostrare di essere delle vere alternative al partito democratico”.

La Arace, tuttavia, non si sbilancia rispetto a possibili alleanze con il probabile candidato alla carica di sindaco Luca Cipriano, ex presidente del Massimo Cittadino, anch’egli presente all’incontro.

A cercare di allargare ulteriormente l’area di opposizione, anche l’Onorevole e consigliere comunale Giancarlo Giordano: “Vogliamo proporre il nostro lavoro anche a chi non è esattamente inquadrabile nel nostro alveo politico. Partiamo dunque da una traccia solida, volgendo uno sguardo al futuro della città ed offrendo le nostre proposte a tutti gli interlocutori che avranno intenzione di darci seguito”.