VIDEO/ Shoah, la speranza di Luigi Cignarella: “Che non ci siano più guerre”

27 gennaio 2020

Renato Spiniello – “Che non si siano più guerre, perché quelle che ci sono state si sono rivelate inutili e hanno portato solo distruzione”. E’ questo il messaggio di Luigi Cignarella di Sant’Andra di Conza nel Giorno della Memoria.

Cignarella è stato insignito quest’oggi presso l’Auditorium del Conservatorio “Cimarosa” di Avellino della “Medaglia d’Onore” conferitagli dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Suo padre ha vissuto in prima persona la prigionia tedesca.

Insieme a lui, sono stati insigniti anche altri 11 irpini: Angelantonio Orciuoli da Avella, Vincenzo Ingino, Errico Montone, Amodio Prurella, Pietro Pellecchia, Fortunato Ragno da Montoro, Donato del Grosso, Giuseppe Covino, Cataldo Rossi da Roccabascerana, Michele De Stefano da Solofra e Tullio D’Angeli da Cittaducale (RI).