VIDEO – SALA STAMPA / Avellino Calcio – Tesser: “Un quarto d’ora al buio, ma l’arbitro…”

6 febbraio 2016

Errori e proteste. Attilio Tesser utilizza come da consuetudine toni pacati nel post partita ma le sue sono urla virtuali sulle decisioni arbitrali e sulle ingenuità dell’Avellino circoscritte alla fase di black-out totale nella fase finale della prima frazione.

“E’ stato un brutto quarto d’ora – ha ammesso senza messe misure il tecnico biancoverde – avevamo iniziato bene con una palla gol per Castaldo sulla quale vorrei analizzare il fuorigioco fischiato dall’arbitro. Successivamente è arrivato lo svantaggio subito in contropiede, da lì mi è sembrata di rivedere la partita di Modena. Il secondo gol è clamorosamente in fuorigioco e su quell’episodio abbiamo perso la testa. Il quarto d’ora centrale è stato completamente da dimenticare, ma nella ripresa c’è stata la reazione con grinta e volontà da parte dei ragazzi”.

Reazione che i quattrocento fedelissimi che hanno scortato la squadra anche al “Piola” hanno apprezzato. “Non meritano assolutamente un risultato del genere – ha sottolineato Tesser – alla fine ci hanno applaudito. Abbiamo il miglior pubblico d’Italia. Mi dispiace che abbiano assistito ad una sconfitta”.

Al trainer di Montebelluna sono saltati i nervi e l’arbitro ha deciso di allontanarlo dalla panchina. “Non venivo espulso da due anni. Solitamente sono calmo durante la partita ma tutto ha un limite. Il fuorigioco di Evacuo è accaduto davanti a me e inoltre poco prima il fallo di Chiosa era avvenuto fuori area. Ho soltanto detto all’assistente che fosse fuorigioco senza insultare o offendere. La decisione dell’arbitro di mandarmi via è stata piuttosto frettolosa. Il Novara si è lamentato in settimana e questo peso potrebbe essersi fatto sentire”.