VIDEO/ Quando Paolo raccontava la sua partita più difficile

2 maggio 2017

Pasquale Manganiello – Se n’è andato a poco più di 50 anni. Ha lottato senza mai risparmiarsi contro una brutta malattia, non ha mai mollato.

“Un colpo di tosse mi ha costretto a ricoverarmi in ospedale. Dalle prime analisi si capiva che c’era qualcosa di grave. Il primario mi disse subito devi avere fiducia” – così Paolo, il 26 Gennaio 2015,  raccontava la sua drammatica esperienza alla nostra Anna Vecchione, in una puntata della prima stagione di “Storie”.

Il collaboratore tecnico dell’Avellino si è spento poche ore fa, provocando un’ondata di dolore e commozione in città.

“Mia moglie, una donna fantastica” – affermava Paolo con occhi sinceri e devoti. Il suo avvicinamento alla fede, i suoi turbamenti, la sua voglia di vivere sono tutti in questo video che rende al meglio la tempra speciale e lo spirito di un uomo con l’Avellino nel cuore.

“Non perdere la speranza, continuare a lottare perchè il “bastardo” si può prendere il nostro corpo ma non la nostra anima” – il messaggio che Paolo lanciò invitando tutti a non mollare nei momenti bui.

Walter Taccone ha immediatamente ricordato l’amico:

«Oggi è un giorno triste – ha detto – era un uomo di fiducia dello staff. E’ sempre stato vicino alla nostra famiglia, alla squadra. Ha aiutato gli atleti in delicate fasi di preparazione. Un vero professionista. Un vero lupo, molto legato ai colori sociali, alla squadra, alla sua città”.