VIDEO/ “Prima i giovani, prima il lavoro”: la ricetta di Eugenio del Vacchio per il futuro di Solofra

9 giugno 2017

Un giovane imprenditore che mette al primo posto il futuro delle imprese e dei giovani solofrani, attraverso progetti concreti nati sulla scorta di una riconosciuta esperienza professionale e di un impegno civico che parte da lontano.

Si tratta di Eugenio Del Vacchio, candidato alle elezioni amministrative 2017 della città della concia nella lista “Prima Solofra”, a sostegno del candidato sindaco Antonio De Vita.

Per la sua campagna elettorale, Del Vacchio ha saputo proporsi attraverso una comunicazione efficace, con l’intento di veicolare al meglio concetti di innovazione che spesso restano ancora lontani dalle piccole realtà locali.

Si parla di economia circolare e di centrali a biomassa, come pure della fondazione di un’ “Accademia dello stile” che permetta ai giovani talenti di formarsi adeguatamente nel settore della moda, usufruendo di un primo trampolino di lancio che sia quello offerto dalla loro città, riconosciuta a livello internazionale per i suoi manufatti in pelle.

“La pelle è la ricchezza del nostro territorio ed è possibile creare nuova economia attraverso il recupero dei nostri scarti di lavorazione, sposando un progetto di economia circolare” – afferma Del Vacchio.

“Immagino anche la creazione di una centrale a biomassa per garantire un grosso risparmio alle aziende, che oggi sostengono un costo di circa 6 milioni di euro per l’energia, come pure un risparmio netto sulle bollette delle famiglie. Ma prima di tutto, penso a quella che potrebbe essere la creazione di almeno 100 posti di lavoro a Solofra”.

“Tutto cambia – conclude Del Vacchio – e siamo noi a dover guidare il rinnovamento. I giovani di Solofra dovranno avere la possibilità di concretizzare qui i loro progetti, ed è per questo che la loro formazione è fondamentale. Il nostro obiettivo è quello di garantirgli questa opportunità attraverso un’accademia, che possa creare i fashion designer del futuro. Una palestra, insomma, per avviare al mondo della moda giovani stilisti e per portare nuovamente in alto il nome della nostra città nel settore”.