VIDEO / “Porteremo l’educazione ambientale in tutte le scuole”. Da Mercogliano il viceministro Ascani rilancia la sfida

21 novembre 2019

Alfredo Picariello – In otto articoli il protocollo d’intesa per “formare coscienze sostenibili” e promuovere la partecipazione delle scuole campane alle iniziative dell’Ente in tema di sviluppo e pratica della coscienza ambientale. Si guarda al futuro, alle giovani generazioni nel patto siglato questa mattina, nella splendida cornice dell’Abbazia del Loreto, tra il presidente del Parco regionale del Partenio, Francesco Iovino, e il direttore generale dell’Ufficio Scolastico Regionale Luisa Franzese. Il Ministero dell’Istruzione è voluto essere presente all’iniziativa, come sottolinea il viceministro Anna Ascani. “E’ importante che il Governo ci sia, sia presente e faccia sentire tutto il proprio sostegno a quest’accordo. La firma del protocollo, infatti, si inserisce nelle linee guida generali del Ministero. In questo Paese, infatti, non bisogna guardare soltanto alle tante emergenze che ci sono, una su tutte l’edilizia scolastica, di cui ho la delega”.

Il viceministro oggi ha dedicato tutta la sua giornata alla scuola campana. Dopo Mercogliano, varie tappe a Napoli. “Dobbiamo essere bravi anche a guardare lontano e porci, quindi, scadenze a lungo termine. Sappiamo perfettamente che le priorità dei nostri ragazzi sono l’emergenza climatica e l’ambiente. Dobbiamo dare loro delle risposte. Il grande merito di questo protocollo è quello di mettere in sinergia le istituzioni, gli enti, come Parco e Ufficio Scolastico, facendo sì che le scuole siano un elemento di raccordo”.

“E’ quanto mai necessaria – sottolinea il viceministro all’Istruzione – una rivoluzione delle coscienze collettive. Il nostro Governo porterà l’educazione ambientale nelle scuole italiane, questa è una nostra priorità che oggi ci viene riconosciuta anche a livello internazionale perché siamo un modello da seguire. L’educazione ambientale dei nostri ragazzi è fondamentale, come Ministero puntiamo molto su questo aspetto. Siamo sempre pronti a celebrare i ragazzi quando scendono in piazza per difendere l’ambiente, poi la politica deve dare loro delle risposte sui temi ambientali. Da questo punto di vista, come detto, siamo i primi al mondo”.

Anna Ascani ha parlato, ovviamente, anche dell’edilizia scolastica. “La questione della sicurezza delle scuole è un’emergenza da risolvere. Con il Ministero abbiamo dato vita a una task force che dia una mano agli enti locali. Non è vero che mancano le risorse, ci sono, ma spesso si perdono nella burocrazia. Serve più rapidità e meno fardelli. Nella legge di bilancio abbiamo inserito ulteriori fondi. Come Ministero, inoltre, daremo un esempio: il Miur ha tante sedi, ci impegneremo a ricostruirle seguendo la logica dell’impatto ambientale zero. Le nostre sedi non devono essere luoghi dove si consuma energia, magari possono essere luoghi dove si produce energia pulita”.


Commenti

  1. […] Iovino, presidente del Parco Regionale del Partenio, non usa giri di parole nel presentare il Protocollo d’Intesa firmato con l’Ufficio Scolastico Regionale. Un importante documento che è soltanto un punto […]

  2. […] pezzo d’Irpinia a Roma. L’esponente governativo, grazie alla macchina organizzativa del Parco Regionale del Partenio, ha avuto un’accoglienza da dieci e lode. Appena arrivata, ha potuto ascoltare le note […]