VIDEO/ Piazza Libertà, Foti visita il cantiere: “Consegna entro l’anno”

10 settembre 2015

Stamane il sindaco di Avellino Paolo Foti, il vicesindaco Maria Elena Iaverone, l’assessore ai lavori Pubblici Costantino Preziosi ed il Presidente del Consiglio, Livio Petitto, hanno visitato il cantiere di Piazza Libertà per posare simbolicamente la prima “Pietra di Bisaccia” che sarà caratteristica fondamentale della nuova agorà cittadina.

“Tra trenta giorni – ha dichiarato il sindaco – comincerà il vero sprint finale. I problemi nella fornitura della cave sono stati superati. Nelle prossime settimane arriveranno dai fornitori 1000 mq a settimana di materiale e si potrà avviare la pavimentazione con la pietra naturale, un buon inizio per questo step. Se non ci saranno motivi di impedimento climatico, Avellino avrà la sua nuova piazza entro dicembre, al massimo entro la metà di gennaio. Sono tranquillo perché tutta la sottostruttura è ormai completata. Ieri ho parlato con De Luca anche riguardo ai fondi europei ed ho visto un accenno di preoccupazione. Ci sono amministrazioni locali, non si tratta di Avellino, che rischiano di fare debiti fuori bilancio. Il Governatore probabilmente chiederà una proroga di un paio di mesi, se ci saranno ritardi in città non influiranno sui fondi europei e saranno nell’ordine di poche settimane”.

Il sindaco ha messo anche il tunnel al centro del suo intervento:

Paolo Foti

Paolo Foti

“Il precollaudo che va dal Banco di Napoli alla rotatoria del ponte della Ferriera è stato depositato presso il Genio Civile. Contiamo di aprire Via Due Principati nei prossimi giorni. Contemporaneamente si sta procedendo allo scavo degli ultimi trenta metri di tratto. Entro fine anno anche il tunnel sarà completato”.

E sulle ultime vicende in Consiglio Comunale:
“Le sorti della città non sono legate solo al sindaco pro tempore ma a tutti i consiglieri comunali, dirigenti e funzionari dell’Amministrazione. Avellino è in uno stato di sofferenza che non è nato due anni fa ed è soggetta ad un destino di incapacità di guardare al futuro che risale al post terremoto. Ci vorrà lavoro, responsabilità, senso delle istituzioni. I destini di Avellino non possono consumarsi negli scontri personali, nel “tu contro io” e “io contro tu”, così non si andrà mai avanti, le cose si possono chiarire. Ci sono persone esterne al Consiglio che soffiano sul fuoco, i cittadini oramai hanno compreso queste intrusioni che arrivano dall’esterno, queste persone sono ben catalogate. Il nostro unico intento è produrre fatti e risposte” – ha concluso Foti.

Sulla stessa linea l’assessore ai lavori pubblici, Costantino Preziosi:

“Da lunedi si inizierà a vedere una forza di lavoro maggiore e capiremo i tempi. Tutti sperano che questa piazza venga data in maniera decorosa alla città di Avellino, io dico che sarà funzionale, non sarà più una rotatoria ma una vera e propria piazza e si creerà un continuum con il Corso Vittorio Emanuele”.