VIDEO/ Piano di Zona, i sindaci chiedono chiarezza e velocità sull’erogazione dei servizi

9 ottobre 2015

L’assemblea dei sindaci del Piano di Zona di Avellino ritorna a riunirsi a Palazzo di Città per una discussione interlocutoria sulla regolamentazione, sugli indirizzi dell’Ambito e sull’approvazione dell’aggiornamento della terza annualità.

Alla presenza di 11 Comuni su 15 – presenti anche i rappresentanti dell’Asl di Avellino e della Cooperativa sociale vincitrice del bando per la gestione dei servizi del piano – le fasce tricolori hanno dato vita ad una accesa discussione che non è stata avara di colpi di scena.

A sollevare più di una critica è stato il sindaco di Prata Principato Ultra Gaetano Tenneriello che ha puntato il dito contro l’aggiunta di due componenti all’interno della squadra dei 44 operatori sociali inseriti nelle attività dell’Ambito.

Marco Cillo

Marco Cillo

“Chi ha il compito di modificare la pianta degli operatori del piano? Il coordinamento dei sindaci o solo il Comune di Avellino?”, questi i quesiti posti da Tenneriello sul tavolo dell’assessore alle politiche sociali della città capoluogo Marco Cillo che ha replicato: “Sinora è mancata la discussione – ha detto – Oggi cominciamo a ragionare in maniera collegiale per costruire insieme risposte per i cittadini. Occorre capire non i numeri degli operatori ma la qualità dei servizi che stanno per partire sui territori. Noi prenderemo in carico la verifica di questi servizi prima di procedere al pagamento”.

Presente in aula anche il sindaco di Avellino Paolo Foti che ha riferito: “I fatti gestionali del Piano non appartengono ai consessi politici, fermo restando che gli amministratori determinano gli indirizzi che la gestione deve seguire in modo certosino. Le attività dei nostri fornitori devono essere valutate e controllate dalla nostra assemblea ma non gestite. Il Comune di Avellino – ha concluso – non intende e non farà esercizio di primazia o arroganza verso gli altri Comuni”.

La riunione, intanto, è stata aggiornata al prossimo venerdì.