VIDEO/ Pd, l’ex ministro Chiti in città: “Ripartiamo dai territori per una sinistra plurale”

15 marzo 2018

Renato Spiniello – “Se le risposte alla disoccupazione, alla precarietà del lavoro, alla povertà, al governo delle migrazioni e delle criticità legate alla globalizzazione arrivano solo dalla destra lepenista e dai populismi, la sinistra perderà sempre”. Vannino Chiti, ex Ministro per le riforme istituzionale e i rapporti con il Parlamento sotto il Governo Prodi, sbarca in città per presentare al Circolo della Stampa il suo nuovo libro “La democrazia nel futuro”, in un incontro promosso da Eudem e Avellino Città Ideale, e analizza attentamente il risultato elettorale del 4 marzo.

“La sinistra perde in tutta Europa – ha aggiunto l’ex senatore – ma se ci limitiamo a voltare pagina rispetto alla leadership di Renzi allora continueremo a non dare le risposte che i cittadini si aspettano da noi. È necessario cambiare le priorità politiche, il Pd deve ripartire dal territorio e da una valutazione di cosa non ha funzionato e di cosa non abbiamo ascoltato”.

Giusto promuovere le assemblee di circoli secondo Chiti, a patto che queste siano aperte ad altre forze politiche, come Liberi e Uguali, ma anche alle associazioni e ai soggetti civici del riformismo di sinistra. “L’obiettivo – spiega – è quello di costruire una sinistra plurale”.

Vannino Chiti

Intanto la nazione sta vivendo una fase di stallo in attesa che le negoziazioni facciano partire un esecutivo. “I cittadini hanno voluto il Pd all’opposizione – chiosa l’ex onorevole – Tocca alla destra e al Movimento 5 Stelle provare a fare un governo. Sembra quasi che i dem, nonostante la sconfitta, debbano farsi carico di questa formazione, ciò non esiste in nessuna democrazia”.