VIDEO/ “Ossigeno” promuove le eccellenze scolastiche, Cipriano: “Un’onda di idee per il cambiamento”

8 giugno 2017

Fabrizio Nigro – Nuovo appuntamento per l’associazione “Ossigeno – Liberi di respirare” che quest’oggi, presso il Circolo della Stampa di Avellino, ha incontrato i dirigenti dei 18 istituti scolastici della città per promuovere i migliori progetti messi in campo nel corso dell’anno accademico appena concluso.

Un modo per pubblicizzare non solo le preziose iniziative dei singoli Istituti, ma soprattutto i giovani talenti che questi ultimi esprimono e che, senz’altro, rappresentano la linfa vitale della comunità avellinese ed irpina.

L’idea è quella di accedere i riflettori su tali eccellenze, al fine di creare un elenco virtuoso di personalità e progetti da mettere a conoscenza ed al servizio della città.

Tutti i progetti presentati dalle Scuole, infatti, confluiranno in un documento di sintesi che si presenterà come una sorta di “libro bianco” di eccellenze, da cui attingere per eventuali sinergie con le migliori realtà imprenditoriali, culturali ed istituzionali irpine.

circolo della stampa

“L’idea è quella di creare una maggiore sinergia tra la città di Avellino ed il mondo delle scuole – affermato il Presidente dell’associazione Luca Cipriano – che rappresenta un panorama molto ampio in virtù della presenza di oltre 10mila studenti nel solo capoluogo irpino”.

“Nelle scuole ci sono energie, progetti ed iniziative, ma soprattutto ragazzi che vincono premi e concorsi anche internazionali, coadiuvati da professori che lavorano con abnegazione, sotto la supervisione di capaci dirigenti scolastici che ne organizzano il lavoro”.

“A noi piaceva l’idea di poter aprire un confronto con una parte viva e vitale della città – ha aggiunto Cipriano – ed in questa prima giornata di ricognizione ciascuna scuola presenterà due progetti di particolare importanza, realizzati nel corso dell’ultimo anno scolastico. Un punto di inizio, insomma, per un rapporto più organico che va stabilito e rinsaldato nel tempo”.

Siamo convinti che il metodo da attuare sia quello dei vasi comunicanti – ha spiegato Cipriano – con una città che dialoghi in maniera capillare con le Scuole e non si rivolga ad esse solo in caso di problemi burocratici. Le scuole rappresentano un vivaio di energie a tutti i livelli, e la città ha l’obbligo di supportare quei talenti che ben presto saranno di indispensabile valore per tutta la comunità”.

“Per quanto riguarda la nostra associazione – ha ricordato – a poche settimane dalla presentazione ufficiale contiamo circa 400 soci, e questo vuol dire che c’è attenzione ed interesse da parte degli avellinesi. Abbiamo avvicinato varie fasce di età e diverse tipologie di cittadini accomunati dalla stessa voglia di fare, e puntiamo a proporci come un vivaio che canalizzi visioni ed idee per una Avellino diversa da quella che viviamo, che chiaramente è una città con delle difficoltà. Contiamo dunque di farci promotori di una grande onda di idee che nasca, cresca e porti col tempo ad un vero cambiamento”.