VIDEO / “Nessun accordo con il pessimo De Luca, il Governatore delle schifezze”. Regionali, Ciarambino suona la sveglia

30 novembre 2019

Alfredo Picariello – Nessun accordo con “questo pessimo Governatore, il Governatore delle schifezze” e con il Pd campano “troppo appiattito su De Luca”. Valeria Ciarambino, capogruppo del MoVimento 5 Stelle in Regione Campania, non lascia spazio a dubbi di sorta. Ribadisce il pensiero pentastellato anche ad Avellino dove, insieme all’onorevole Salvatore Micillo, ha incontrato gli attivisti, i cittadini ed i simpatizzanti del MoVimento in una sala del Centro Sociale “Della Porta” già pronta a lanciare la sfida. Ciarambino, come sempre, è brava a “riscaldare” il popolo grillino.

“La Campania – dice – va liberata dal modo di fare politica di De Luca. Va fatta rinascere con gente nuova e di valore. Siamo arrivati al paradosso, quello che è successo ieri a Grottaminarda ne è un esempio. Si organizzano ancora incontri istituzionali per fare campagna elettorale, omettendo in maniera grave di dire che se la Lioni-Grottaminarda riparte, è merito del MoVimento 5 Stelle. Non serviva, però, l’episodio di ieri per dire che noi siamo totalmente antitetici alla politica di De Luca, con lui non potrà mai esserci nessun dialogo o accordo. Non è un no a priori, è un no fondato su cinque anni di battaglie in Consiglio Regionale, in cui abbiamo assistito alle tante schifezze di De Luca. Ogni proposta migliorativa del MoVimento 5 Stelle è stata puntualmente cestinata soltanto perché portava la nostra firma”.

“Prima dell’Umbria – spiega Ciarambino – quando si era pensato a possibili accordi sui territori, abbiamo lanciato messaggi molto chiari. Abbiamo chiesto rinnovamento, abbiamo chiesto di dare spazio a persone troppo spesso lasciate ai margini. Ma non è accaduto nulla, anzi il Pd ha fatto quadrato attorno a De Luca. Questa visione è totalmente opposta alla nostra”.

Micillo è sulla stessa lunghezza d’onda di Valeria Ciarambino. “Lo strappo con De Luca c’è sempre stato, non è na novità degli ultimi giorni. I nostri consiglieri lo hanno sempre combattutto in maniera forte ed aspra. C’è forte differenza tra la nostra visione politica e quella del Governatore”.

Mingarelli, Sarno e Ciampi

La sala del Centro Sociale è composta da molto attivisti e da diversi volti storici, tra cui il portavoce in consiglio comunale di Avellino, Ferdinando Picariello, l’ex sindaco Vincenzo Ciampi e gli ex assessori Maura Sarno, Rita Sciscio e Massimo Mingarelli. “Vogliamo coinvolgere la base fin dalla genesi, presto si voterà per le Regionali – sottolinea Ciarambino -. Vogliamo capire il modo in cui dovremo presentarci e lo vogliamo fare recependo i suggerimenti. La nostra apertura alla società civile non è un’apertura ai portatori di voti ma alle persone di valore. La Campania è la roccaforte del MoVimento, l’aspettativa è altissima. Dopo cinque anni di opposizione, voglio contribuire, dal governo della Regione, a cambiare in meglio la vita dei cittadini di questa terra. Apriamoci alle associazioni che combattano per l’ambiente, ai movimenti che tutelano la sanità. E’ il momento di creare un progetto di rilancio. Entro il dieci dicembre dobbiamo sottoporlo al nostro capo politico e questo progetto vogliamo scriverlo insieme a tutto il Movimento 5 Stelle”.