VIDEO/ Montefusco e il mistero della Sacra Spina, Figliolino: “Emozione unica”

15 maggio 2018

“Il 25 marzo 2016 è stata una giornata emozionante, di grande suggestione”. Gerardo Figliolino, autore “La sacra spina di Montefusco: 1932-2016, oggi come allora”, edito da Il Papavero, non nasconde la sua emozione davanti ai bambini dell’Istituto Maria Santissima di Montevergine, nella Sala Conferenze dello splendido edificio a Mercogliano per la presentazione del libro. All’incontro, aperto dai saluti di suor Ildegarde Grazia Capone, direttore della Biblioteca di Mercogliano, era presente anche l’editrice Donatella De Bartolomeis. L’incontro rientra nel ciclo di iniziative promosso da Oltrepasso la Fiera di Manocalzati, giunta alla nona edizione e organizzata, per la prima volta, in forma itinerante, anche oltre i confini provinciali e regionali.

I bambini nella Sala Conferenze

Montefusco custodisce da tempo una Reliquia della Sacra Spina. Sin dai tempi remoti alla Sacra Spina di Montefusco sono state attribuite manifestazioni prodigiose. Tra queste la più suggestiva è quella risalente all’anno 1932 quando, come nel 2016, ci fu la coincidenza del giorno dell’Annunciazione con il Venerdì Santo, ossia il giorno del Concepimento di Gesù coincise con il giorno della sua Crocefissione e Morte. In quel giorno particolare, oggi come allora racconta nel suo libro Figliolino, la Spina ha subito delle mutazioni particolari. “Ricordo lo scetticismo di quei giorni. All’inizio non c’era nessuno, mi lasciarono solo. Ma poi, di fronte a quell’evento prodigioso, in tanti hanno dovuto ricredersi. In altri posti, dove si conservano altre reliquie, l’evento ha avuta un’eco straordinaria, richiamando centinaia di fedeli. A Montefusco, invece, si è scelto il profilo basso. Peccato – osserva Figliolino – poteva essere un’opportunità anche per il nostro paese”.

A Montefusco, il 25 marzo del 2016, l’evento straordinario venne seguito da una commissione di professionisti affermati e stimati nella Chiesa Palatina di San Giovanni del Vaglio in Montefusco. Erano presenti il Notaio Ambrogio Romano, Presidente Ordine dei Notai di Benevento, il medico Antonio D’Avanzo, Presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Avellino, il medico Michelina Spagnuolo, dirigente Asl di Avellino, la biologa Daniela De Gregorio, Donatella De Bartolomeis, curatrice della pubblicazione della casa Editrice il Papavero, il sacerdote Don Armando Zampetti, Parroco della Parrocchia di Santa Maria e San Alessio di Venticano e il padre cappuccino, Antonio Salvatore, Abate Parroco della Parrocchia di San Giovanni del Vaglio in Montefusco.

“Mi avvicinai a quell’evento con non poco scetticismo”, racconta De Bartolomeis. “E’ stata un’emozione straordinaria vedere quelle minuscole gemme, e poi il rivolo rosso. Non dimenticherò mai le emozioni di quel giorno”.

Alla fine del dibattito il bibliotecario Adelino Di Marino ha aperto le porte della curatissima Biblioteca delle Suore Benedettine, dove sono archiviati oltre 13mila testi, e illustrato la nuova sfida dei bambini delle elementari: un giornalino on line, “Kids Magazine”, che sarà presto in rete. Immagini, articoli sulle vita scolastica, ma anche rubriche di musica e libri. Queste alcune delle sezioni inserite nel primo numero.