VIDEO/ Migranti, Sessa: “A breve incontreremo i sindaci. Bando? Gli ammessi entro fine aprile”

8 aprile 2016

“Non definirei più quella dei migranti un’emergenza, è oltre un anno che la gestiamo.”

Così il Prefetto di Avellino, Carlo Sessa, sulla questione migranti a margine della conferenza organizzata dalla Cisl sulla crisi in Irpinia.

“E’ una situazione sociale con la quale bisogna convivere, dando ai profughi una giusta accoglienza ed un giusto inserimento per piccoli nuclei nei comuni. Quello che è successo alla città ospedaliera non l’ho considerata una situazione emergenziale.  La settimana prossima faremo un primo incontro con dodici primi cittadini dei Comuni più popolosi, mi auguro che anche il Comune di Avellino mi dia una risposta positiva. In seguito passeremo ai piccoli centri sempre in merito ad un numero limitato di migranti che possono essere una risorsa per la piccola economia locale. Faremo un incontro con i direttori generali di Ospedale e dell’Asl ed entro fine aprile definiremo gli ammessi del bando. Tutti quelli che supereranno gli screening gestiranno i migranti. Dobbiamo inoltre cominciare ad interfacciarci con i futuri probabili nuovi arrivi.”

Sul punto è intervenuto anche il sindaco di Avellino, Paolo Foti, il quale ha evidenziato la difficoltà a reperire locali da adibire all’accoglienza:

“In questi giorni stiamo lavorando sull’ emergenza migranti, la città di Avellino non può sottrarsi anche se non ha strutture pubbliche di sua proprietà. L’assessore Cillo mi informa quotidianamente della difficoltà a trovare una sistemazione adeguata, da parte dei cittadini non c’è risposta in questo senso ma solo indifferenza generale. I sindaci, purtroppo, si trovano in una condizione di solitudine, c’è bisogno di una riforma delle autonomie locali.”