VIDEO/ Mario Zamma premiato con l’Irpinia Awards: da Avellino al Bagaglino, 30 anni di successi

14 gennaio 2020

Una storia da raccontare quella di Mario Zamma, al secolo Mario Lo Mazzo di Sorbo Serpico. Il poliedrico artista irpino ha iniziato da bambino a calcare i palchi della sua provincia, cantando insieme al gruppo musicale dei suoi fratelli. Ha studiato pianoforte al conservatorio Cimarosa di Avellino e, dopo un provino con Pippo Baudo, la sua carriera ha spiccato il volo. E’ approdato al Bagaglino, la celebre compagnia artistica guidata dal regista Pingitore, dove ha esordito interpretando Ciriaco De Mita. Poi le sue parodie si sono moltiplicate, fino ad arrivare a Salvini, Grillo, Giuseppe Conte e Angela Merkel.

30 anni di trasmissioni sulle reti rai e mediaset, 4 telegatti vinti, tanto teatro. Ora, oltre alla commedia “la presidente” con Valeria Marini in scena al Salone Margherita di Roma, è protagonista anche con lo spettacolo “Sbussolati” prodotto da un altro irpino, Nicola Canonico. Artista a 360 gradi: cantante, musicista attore e poeta, ha scritto anche un libro di poesie “Malincomico”. Enzo Costanza gli ha consegnato il meritato riconoscimento “Irpinia Awards, il premio delle eccellenze” per i suoi innumerevoli successi professionali e per il profondo legame che conserva con la sua terra, l’Irpinia.

Ecco l’intervista ricca di aneddoti su Ramazzotti, Andreotti, Di Pietro e sul suo caro amico Franco Califano.