VIDEO/ Luongo in campo con “Vera”: “Con la candidatura a sindaco di Cipriano, il Pd ha perso credibilità”

13 aprile 2019

“Con la candidatura a sindaco di Luca Cipriano, il Pd ha perso la propria credibilità”. Non usa giri di parole Stefano Luongo, promotore dell’associazione “Vera” che questa sera ha riunito alla Chiesa del Carmine di Avellino una folta platea, soprattutto di giovani. In prima fila, ecco anche Angelo Antonio D’Agostino, il candidato sindaco di “W la Libertà” Gianluca Festa, l’ex presidente del consiglio comunale Ugo Maggio, l’ex assessore alla Cultura, Bruno Gambardella. Stefano Luongo, consigliere comunale uscente, ha lanciato una campagna di ascolto partita lo scorso mese di dicembre al Carcere Borbonico.

“In quella sede, esperti, associazioni ed esponenti di spicco della società civile, ci hanno spiegato quali opportunità ci sono per la città di Avellino. Da quel momento, abbiamo aggregato. Abbiamo creato gruppi di lavoro, siamo stati in contatto con commercianti, imprenditori, associazioni, professionisti. Ora passiamo alla definizione dei punti programmatici per una vera svolta per la città. Il nostro intento è rendere i cittadini protagonisti delle scelte. Per troppo tempo la comunità è stata messa ai margini dai poteri decisionali”.

Sulla scelta del candidato sindaco da sostenere, Luongo non si sbottona in maniera ufficiale, anche se sono chiari i segnali di un’inclinazione verso Gianluca Festa. “Da domani lavoriamo alla definizione dei punti programmatici. Per storia, per cultura, vogliamo proporre alla città la nostra idea di una coalizione di centro-sinistra credibile e competitivo. Con la scelta ufficiale del Pd di candidare Luca Cipriano a sindaco, viene mendo uno dei due requisiti, la credibilità. C’è un dialogo con W la Libertà di Gianluca Festa e con altre realtà che ruotano intorno a questo mondo. Chi darà ai giovani carta bianca e li considerà il motore per la rinascita della città, avrà il nostro appoggio come candidato sindaco”.