VIDEO/ Luci accese e chiavi ai sindaci: da Atripalda ad Avellino la pacifica protesta dei “piccoli imprenditori”

29 aprile 2020

Renato Spiniello – Da Atripalda ad Avellino, i piccoli imprenditori si uniscono in una pacifica protesta accendendo le luci e le insegne delle proprie attività commerciali pur lasciando le saracinesche abbassate per il lockdown. Nessun assembramento e nessuna persona in strada, solo il bagliore di quei locali chiusi dallo scorso 10 marzo.

Già la scorsa settimana noi di Irpinianews avevamo dato voce al grido del commercio, di quel commercio messo in ginocchio dall’emergenza Coronavirus e che si sente abbandonato dallo Stato, per questo nei giorni scorsi i “piccoli imprenditori” hanno deciso di lanciare un appello a Regione e Governo.

“Ieri sera abbiamo dato ancora una volta un grande esempio di unione, siamo stati compatti e uniti: tutti verso una sola luce, quella della speranza per le nostre attività” commentano gli organizzatori che questa sera, attraverso un rappresentate per comune, consegneranno una chiave simbolica con l’elenco di tutte le singole aziende che hanno aderito. Capoluogo e Città del Sabato sono stati capifila della pacifica protesta, ma è l’intera Irpinia ad aderire all’iniziativa promossa a livello nazionale.