VIDEO/ L’Irpinia del turismo prova a ripartire lungo il Cammino di San Guglielmo

22 marzo 2019

L’Irpinia del turismo prova a ripartire lungo il Cammino di San Guglielmo. Ha preso il via il Forum itinerante della Terra di Mezzo, un percorso immaginato e organizzato dall’associazione «Irpinia Mood» e sostenuto e promosso dal Gal Ails e Irpinia Sannio Cilsi.

Tre giorni per coinvolgere istituzioni, operatori del settore, associazioni, territori intorno ad una visione. Un Forum itinerante partito oggi dal Santuario di Montevergine e che passerà per Chiusano San Domenico il 23 e si fermerà all’Abbazia del Goleto domenica 24, declinandosi in 6 tavoli tematici a cui possono iscriversi tutti.

“Il pellegrino San Gugliemo, quando giunse in Irpinia, rimase affascinato da questa terra”, spiega l’Abate di Montevergine, Don Riccardo Guariglia. “Chiunque arrivi qui, deve rimanere affascinato allo stesso modo. Uno dei miei obiettivi è quello di far riscoprire la figura di San Guglielmo. Montevergine non è solo la Madonna, ma è anche il territorio del Patrono dell’Irpinia. Sono Superiore ad Assisi e vedo che ci stiamo attrezzando per raggiungere gli stessi livelli, se ci mettiamo insieme, dalle istituzioni alle associazioni, possiamo risollevare questa terra ed aiutare i nostri giovani a realizzarsi qui”.

Per Alessandro Graziano, presidente Associazione Irpinia Mood, “il Forum Itinerante nelle Terre di Mezzo per il “Cammino di San Guglielmo” vuole essere un percorso per costruire una rete di valorizzazione turistica. Si parte da tutti gli stakeholder, da coloro che vivono ed animano questo territorio. La giornata di domani vedrà la presenza spontanea di 150 persone per i tavoli tematici, domenica presenteremo le linee guida del progetto e lo consegneremo, simbolicamente, nelle mani alla deputazione irpina sia regionale che nazionale. Il “Cammino di San Guglielmo” non è solo una traccia religiosa, ma un percorso che coinvolge tutte le comunità irpine. E’ importante fare rete, nessuno da solo può attrarre”.

“Si lavora partendo dal basso e con la collaborazione di tutti, nessuno si salva da solo – afferma Rino Buonopane, presidente Gal Ats Aisl – . Noi, come Gal, abbiamo presentato in Regione Campania la nostra idea di sviluppo che passa dal turismo sostenibile. Per questo ci sentiamo parte integrante del progetto, che va al di là del nostro territorio di riferimento. Non ci saranno steccati”.

Angela Cresta, responsabile accademica, afferma: “Partiamo da un progetto sperimentale per far conoscere meglio l’Irpinia. Coinvolgerà tutte le risorse materiali e immateriali che caratterizzano il nostro territorio e potranno far parte di questo nascente cammino. Vogliamo ascoltare tutti, associazioni, cittadini e imprese. Tutto sarà in divenire, sarà costruito insieme a tutti. I forum hanno già circa 130 iscrizioni”.