VIDEO/ L’emozione di Ciampi al suo primo “Pannetto”: “Governo stabile? E’ una questione di volontà”

26 luglio 2018

Renato Spiniello – “E’ uno dei momenti più belli della mia vita e provo un’emozione fortissima a essere qui stasera, specialmente nel vedere tanta gente che si riunisce in questo rito che si protrae nel corso dei secoli. Mi fa davvero sorridere il cuore vedere tanti avellinesi riuniti in un momento difficile, in cui sono tanti i disagi e il lavoro scarseggia. Mi auguro che quest’unità il popolo possa ritrovarla anche nella vita civile”.

L’emozione della sua prima alzata del “Pannetto” tradisce il neo primo cittadino di Avellino, fermato dai cronisti ai piedi del balcone del Palazzo Vescovile, da cui ha rivolto il suo primo, diretto, saluto agli avellinesi che il 24 giugno lo hanno eletto sullo scranno più alto di Piazza del Popolo.

“Solo con lo spirito di solidarietà e di comunità possiamo venire fuori da questo momento complicato – continua la fascia tricolore – non voglio parlare di politica questa sera, ma i problemi sono tanti e sono sotto gli occhi di tutti, a partire dallo scoglio rappresentato dal bilancio consuntivo. L’appello che mi sento di rivolgere è di fare quadrato e avere la responsabilità di affrontare le tante problematiche che ci attendono uniti e spediti”.

Quello che si augurano i cittadini è “un governo stabile”, un pensiero condiviso dal Vescovo Aiello e dallo stesso Ciampi, che aggiunge: “E’ una questione di volontà, di uscire dalla logica delle parti. All’indomani della mia elezione ho parlato di governo di salute pubblica, proprio per poter agire nell’interesse dei cittadini”.

L’altro appello, anch’esso condiviso con l’inquilino della Diocesi di Piazza Libertà, è di vedere l’Avellino Calcio iscritto al prossimo campionato di Serie B. Martedì, nella Capitale, dinanzi alle Sezioni Unite del Collegio di Garanzia del Coni, si discuterà del ricorso per provare ad avere la meglio sulla Figc che ha escluso i biancoverdi dal campionato cadetto e il popolo biancoverde sta preparando l’invasione di massa per far sentire la loro presenza. “Ho un impegno, ma sto cercando di liberarmi – conclude il sindaco – ci terrei molto ad essere insieme ai tifosi dell’Avellino in questo momento difficile”.