VIDEO/ Lametta riferisce in Aula, fuori la protesta: “Pronti allo sciopero della fame”

20 aprile 2018

Renato Spiniello – Infuria la protesta a Piazza d’Armi, proprio mentre in Aula di Corte d’Assise si consuma lo scontro tra Gennaro Lametta, titolare del bus precipitato dal viadotto e principale indiziato nell’ambito del dibattimento penale, e Pasquale Favilla, meccanico dell’officina di Volla che avrebbe messo mano alla manutenzione del pullman stesso.

La difesa di Lametta, rappresentata dal legale Sergio Pisani, punta a identificare e a escutere in Aula il dipendente Pierino, di cui non si conoscono le generalità, tirato in ballo dal proprietario dell’agenzia viaggi stesso.

Il timore è che i tempi del processo possano dilatarsi ulteriormente. “Siamo stanchi – ha confessato Giuseppe Bruno, presidente dell’associazione Vittime dell’A16 – i periti di Autostrade hanno specificato che quel New Jersey anche se fosse stato a norma non avrebbe trattenuto il pullman, la mia domanda allora è le barriere in tutte le tratte autostradali sono regolari? Mi sono ripromesso – continua Bruno – che se non avremo giustizia mi troverete sotto il viadotto dove è precipitato il pullman a fare uno sciopero della fame”.

Momenti di tensione non sono mancati nemmeno al termine dell’udienza, tanto che è stata necessaria la scorta per Gennaro Lametta.