VIDEO / “L’acqua pubblica va difesa a tutti i costi”: M5S e “Si Può” danno battaglia

14 novembre 2019

Alpi – “L’acqua pubblica va difesa a tutti i costi”. MoVimento 5 Stelle e “Si Può” uniscono le forze e danno battaglia per salvaguardare a denti stretti una delle risorse più importanti della provincia di Avellino. Ferdinando Picariello ed Amalio Santoro, rispettivamente consiglieri comunali M5S e “Si Può”, provano a fare un percorso comune partendo da uno degli argomenti più scottanti. Insieme, senza peli sulla lingua, chiedono all’Alto Calore di fare chiarezza sul buco da 140 milioni di euro e sulle risposte dei Cassa Depositi e Prestiti sul piano di risanamento presentato.

Per Picariello, la questione acqua è anche una “grande questione di tutela ambientale”. Amalio Santoro chiede al sindaco Festa di fornire elementi di chiarezza sull’Alto Calore e ritiene necessario un cambio di guardia per l’ente di Corso Europa. Dall’Alto Calore, la “battaglia” potrebbe essere anche di natura politica. “Il compito della politica è trovare le soluzioni ai problemi”, afferma Picariello. “Ma non solo: la politica deve anche condividere temi, strategie e metodi. C’è un grande interesse dei cittadini alla politica, ma non al vecchio modo che, soprattutto in provincia di Avellino, ha fatto danni ingenti. La gente ha bisogno di un nuovo modo di fare politica, un nuovo approccio: vuole condivisione, vuole trasparenza”.

“Si può sicuramente lavorare insieme su diversi temi in consiglio comunale”, dice Santoro. “Anche in vista delle prossime elezioni regionali, abbiamo bisogno di un altro film. Serve una proposta concreta di cambiamento”.