VIDEO/ La Zeza di Bellizzi ad Avellino, Mele: “Manteniamo viva la cultura della nostra comunità”

9 febbraio 2016

Stamane presso il Comune di Avellino, nell’ambito del Carnevale 2016, è andata di scena la Zeza di Bellizzi con la premiazione dei soci onorari e dei benemeriti alla memoria e la rappresentazione della canzone di Zeza con il ballo della quadriglia.

Alle ore 12 i protagonisti si sono spostati a Corso Vittorio Emanuele, con la sfilata della Zeza di Bellizzi e con spettacoli della canzone di Zeza e il ballo della quadriglia.

In serata gran finale con il Zezone a Bellizzi irpino.

“Abbiamo cercato di mantenere viva ciò che rappresenta la cultura di una comunità – ha dichiarato l’Assessore alla Cultura, Teresa Mele – speriamo che giovani e adulti mantengano viva la storia della nostra popolazione. Questo è il primo passo da quando ricopro la carica di Assessore, a breve farò una ricognizione per rilanciare lo sviluppo culturale della nostra città nel 2016.”

Mario Iannaccone, uno dei protagonisti ed organizzatori della manifestazione, rammenta il fascino di questa tradizione:

“Facciamo la zeza dal lontano 1972, dal ‘58 al ‘72 non fu realizzata, arrivammo noi e la riprendemmo con tanto amore e affetto. L’intreccio tra i gruppi irpini è una cosa bellissima per favorire arte, tradizione e spettacolo senza gelosie. Ad Avellino non c’era nessun gruppo agli inizi degli anni ’70, ma pian piano ce l’abbiamo fatta.”

Soddisfatto del risultato il presidente dell’Unpli provinciale, Giuseppe Silvestri:

“Le pro loco e tutti gli altri gruppi che collaborano si sono dati da fare per la realizzazione dei Cento Carnevali irpini, i quali sono stati accolti favorevolmente da tutti i cittadini. In particolare la città di Avellino domenica scorsa ha risposto benissimo con un abbraccio grande e generoso. Invito tutti a visitare oggi gli altri Carnevali, le manifestazioni nei tanti paesi irpini coinvolti stanno ottenendo un grande successo.”

Pasquale Manganiello