VIDEO/ La storia di Pellegrino, il bimbo autistico a cui l’Asl taglia l’assistenza

6 febbraio 2019

Enzo Costanza – Chiedono assistenza maggiore e un vero programma di inclusione, Francesco e Carmen, i genitori di Pellegrino Pisacreta di Santo Stefano del Sole, il bambino autistico a cui l’Asl ha tagliato l’assistenza.

“Quando aveva undici mesi abbiamo capito che qualcosa iniziava a non andare” dice papà Francesco e continua: “Pellegrino è un bambino speciale che ha bisogno di tante cure”. E invece, quello che denunciano i genitori, è che l’Asl di Avellino ha diminuito drasticamente le ore di assistenza sia per lui che per gli altri 400 bambini autistici della provincia e non organizza corsi di formazione per i nuovi terapisti.

Le terapie domiciliari sono passate dalle 15 ore settimanali del 2015 alle 6 attuali nel 2019; inoltre i bambini sono seguiti solo fino a 12 anni, mentre dovrebbero essere curati fino ai 18. Secondo le nuove disposizioni, inoltre, Carmen è Francesco dovrebbero accompagnare il figlio a Sant’ANgelo dei Lombardi per le terapie, una difficoltà ulteriore per chi lavora.

Francesco e Carmen, come tanti altri genitori, sono stanchi e vorrebbero soltanto ottenere quello che spetta loro senza dover ricorrere alle vie legali: ossia 25 ore di assistenza settimanali.

Guarda il video integrale dedicato a Pellegrino