VIDEO/ La promessa mantenuta dell’Avellino-Rocchetta, De Luca: “Un impegno costato 20 milioni di euro”

26 maggio 2018

“Siamo davvero orgogliosi della riattivazione della tratta ferroviaria storica per l’Irpinia. Abbiamo mantenuto fede ad uno dei tanti impegni presi con questa provincia. In due anni abbiamo completato la rimessa in servizio dell’Avellino-Rocchetta.

Un impegno che, ricordiamo, è costato 20 milioni di euro. Un investimento importante per la valorizzazione di un territorio che abbraccia risorse agricole e paesaggistiche di spessore. Da qui può ripartire un turismo di qualità e la valorizzazione anche delle aree interne di questa provincia”.

Queste le parole del Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, all’inaugurazione della linea ferroviaria tanto amata da Francesco De Sanctis e da tutti gli irpini. Un percorso affascinante fatto di paesaggi mozzafiato. Un percorso che abbraccia paesi e storie di un’Irpinia ancora tutta da scoprire.

Ma il Governatore prima di raggiungere il binario 3 per la partenza inaugurale del treno ci ha tenuto a precisare: “Avellino è, però, destinataria di una serie di interventi da parte della Regione Campania. Partiamo dall’Isochimica. Abbiamo finanziato la bonifica dall’amianto di quella struttura che è stata la croce della città di Avellino.

Mi ha detto il sindaco Foti – prosegue De Luca – che dalla prossima settimana sarà pubblicato il bando per l’eliminazione di tre lotti di amianto. E’ in corso l’elettrificazione della rete ferroviaria di Avellino-Salerno e, ricordiamo anche la riattivazione della funicolare di Montevergine“.

Restando in tema di infrastrutture da Palazzo Santa Lucia è giunto un finanziamento pari a 200 milioni di euro per il rifacimento del manto stradale delle aree interne dell’Irpinia “prima fra tutte – precisa – la strada che va da Sant’Andrea di Conza all’alto Sele, vere e proprie arterie totalmente abbandonate e quasi tornate alle condizioni dell’800 “.

Ma la soddisfazione oggi è tanta: “Tornare in questi ambienti – conclude – è come respirare quei valori di altri tempi che vorrei non si perdessero mai”.

Guarda il video dell’inaugurazione