Video/ La Cisl incontra i quattro eletti in Consiglio Regionale: “De Luca darà il cambio di passo”

12 giugno 2015

La Cisl incontra politica” è il titolo del convegno di quest’oggi che ha visto protagonisti  il sindacato ed i quattro consiglieri regionali eletti in Irpinia. Al tavolo presenti il segretario generale Cisl Mario Melchionna, Rosetta D’Amelio, Enzo Alaia, Maurizio Petracca e Carlo Iannace.

Melchionna ha subito introdotto nel dibattito i temi e le battaglie care al sindacato in vista della proclamazione della Giunta regionale da parte di Vincenzo De Luca:

 

Chiediamo un impegno concreto per il nostro territorio, emergenze da risolvere immediatamente. C’è il problema della forestazione con lavoratori che da 20 mesi non recepiscono lo stipendio; il problema delle infrastrutture, bisogna fare chiarezza sulla Stazione Irpinia e sulle altre grandi opere visto che tutto il percorso burocratico è già stato definito; c’è da bonificare l’Isochimica e fare un discorso concreto sulla sanità:  noi come Cisl abbiamo contrastato il piano ospedaliero di Caldoro che è servito soltanto per recuperare soldi  destinati alla sanità napoletana; pressante è la questione dell’ex Irisbus, Caldoro ha assunto degli impegni,la nuova Giunta regionale dovrò  prendersi carico della vicenda. In campagna elettorale tutti hanno sostenuto che ci sono delle urgenze. Mi auguro che ci sia un cambio di passo, De Luca è persona decisa, lo ha dimostrato nella sua storia, siamo arrivati al momento della verifica. Il presidente De Luca come primo atto dovrà convocare il tavolo per i sottoscrittori del patto per lo sviluppo e ripartire da lì” – ha concluso Melchionna.

 

Il neo eletto al Consiglio regionale, dott. Carlo Iannace, auspica un cambio di passo soprattutto sul tema della sanità:

 

“Sono fondamentali i temi riguardanti la sanità – ha dichiarato –  con lo sblocco del turnover come primo passo. Bisogna investire da subito maggiori  energie per il registro tumori a cui tutti dobbiamo attingere come dati per analizzare l’incidenza reale di queste patologie e le forme di inquinamento. De Luca ha un decisionismo unico, nessuno può reggere il confronto. L’Irpinia è stata un’area penalizzata: il presidente, con la presenza sul territorio, ha dato rassicurazioni in tal senso”.

 

Sulla stessa linea l’on. Maurizio Petracca:

 

“E’ un onere e un onore rappresentare l’Irpinia per i prossimi 5 anni – ha affermato – un’opportunità unica per i 4 consiglieri di maggioranza di fare blocco al di là delle appartenenze partitiche affinché le istanze che provengono dal territorio vengano portate all’attenzione del Consiglio. L’idea è che gli amministratori elaborino progetti coadiuvati dal gruppo che li rappresenta in Consiglio per non rincorrere le emergenze ma farsi fautori di proposte concrete. Sono assolutamente convinto che De Luca dia il cambio di passo alla regione, altrimenti non avremmo fatto l’accordo con lui” – conclude Petracca.