VIDEO/ Il mistero degli alieni e gli avvistamenti UFO in Irpinia: il racconto del Presidente del Centro Ufologico Mediterraneo

21 novembre 2018

Antonella Marano – “Non siamo soli sulla Terra ed i nostri studi lo attestano. Lo scetticismo che ruota attorno alla figura degli alieni va arginata con l’informazione”. A confermarlo è il Presidente del Centro Ufologico Mediterraneo (C.UFO.M.), Angelo Carannante, ente che ormai da decenni studia, con approccio scientifico, il fenomeno degli avvistamenti di U.F.O., gli oggetti volanti non identificati.

Il presidente Carannante, ai microfoni di Irpinianews, ha raccontato dei numerosi casi di avvistamenti avvenuti anche in Irpinia, a margine del convegno tenutosi ad Atripalda lo scorso fine settimana, nel quale sono stati illustrati temi legati al mondo tanto affascinante quanto ancora misterioso di oggetti volanti, ufo o alieni.

Relatori del convegno dal titolo “Alieni, contatto cosmico”, sono stati i massimi esponenti del centro ufologico, tra cui Ennio Piccaluga, Presidente Onorario che ha relazionato anche di vita intelligente su Marte e di alcune scoperte che fanno porre molti punti interrogativi sulla realtà effettiva del pianeta Rosso. Berardino Ferrara, ricercatore C.UFO.M., ha parlato dei segnali che gli uomini ricevono e mandano nello spazio mentre il vicepresidente C.UFO.M., Nino Capobianco ha analizzato l’impatto sulla psiche umana di un eventuale incontro con popoli alieni.

Il convegno è il primo di questo genere organizzato qui in Irpinia. Il Presidente Carannante, in particolare, ha mostrato, durante l’incontro, le immagini di un oggetto multicolore avvistato e filmato nei pressi di Montevergine nel 2012.

“Un oggetto stranissimo – ha spiegato Carannante – che fece addirittura spegnere il cellulare del testimone e che è salito alla ribalta della cronaca finendo anche su RaiDue”. Un altro caso tutto irpino, ci racconta il Presidente, “avvenne nella serata dell’Epifania dello stesso anno sulla A16, all’altezza di Montemiletto ed ebbe per protagoniste due sorelle che videro sollevarsi dall’asfalto uno stranissimo oggetto di forma allungata e trasparente che poi sparì all’improvviso”.

Ma sono numerosi i casi di avvistamento sia in Irpinia che in Campania, come un altro caso, sempre nell’avellinese, “dell’avvistamento di un ufo con la classica forma di disco volante che venne fotografato con quindici scatti agli inizi degli anni ’90: foto spettacolari che nel 2014 misero in subbuglio il web e che sono risultate non contraffatte”.

Infine, ennesimo caso evidenziato da Carannante è quello di Brusciano dove a maggio 2010, nel pieno di un’ondata ufologica in Campania venne filmato un oggetto multicolore simile a quello di Montevergine e per il quale si interessarono la nota trasmissione Mistero di Italia 1 e da, addirittura, Striscia la Notizia che tentò di smontare il caso senza riuscirvi: il Presidente Carannante fu ospite in entrambe le trasmissioni.