VIDEO/ Guasti idrici, De Stefano: “Indispensabile l’intervento della Regione. Estate alle porte? Tamponeremo”

27 aprile 2017

Pasquale Manganiello – Il presidente dell’Alto Calore Lello De Stefano ha partecipato stamane ad un vertice in Prefettura in merito ai guasti degli ultimi giorni ed all’emergenza idrica che si profila in vista dell’estate. Il numero uno dell’Ente di Corso Europa continua a definire essenziale l’intervento della Regione riguardo alla pompa di Cassano e rispetto alle problematiche che hanno caratterizzato, in particolare, il ponte del 25 Aprile.

EMERGENZA ARIANO – “La rottura in località Creta – afferma De Stefano – rientra purtroppo nelle perdite più che ripetitive che avvengono sul nostro territorio. Il problema è relativo alla frana e, nonostante tutto l’impegno dell’Alto Calore per una condotta degli anni ’70, c’è un problema di dissesto rispetto al quale è necessario che si metta in sicurezza quel tratto. Tutto questo non tocca all’Alto Calore. Potremmo andare lì e riparare altre 100 volte ma il problema non si risolverebbe. Regione e Comune dovrebbero trovare una linea comune.”

POMPA DI CASSANO – “Fummo facili profeti: abbiamo presentato, come tutti sapete, un progetto specifico alla Regione che porterebbe ad un grande risparmio energetico. L’emergenza dello scorso gennaio ha fatto venir fuori la problematica, pochi giorni fa c’è stata l’ennesima rottura di una pompa di sollevamento. Non si può più attendere, mi auguro ci siano risposte in settimana da parte della Regione.”

ESTATE ALLE PORTE – “Ci siamo attrezzati con l’acquisto di un’altra pompa di sollevamento per quanto riguarda la dotazione che la Puglia dovrebbe darci per Cassano. Abbiamo bisogno dell’intervento della Regione con un accordo nel tavolo interregionale. In caso di esito positivo si tamponerebbe il problema. Le condotte hanno 60 anni di vita, non si può più rinviare un progetto che riguarda Avellino e Benevento.”