VIDEO-FOTO/ Il Ministro Lezzi in Irpinia, tra ex Irisbus, Amministrative e torrone

18 maggio 2019

Renato Spiniello – Lungo tour in Irpinia del Ministro per il Sud Barbara Lezzi che, guidata dal Sottosegretario all’Interno Carlo Sibilia e da tutta la deputazione irpina del Movimento 5 Stelle, Michele Gubitosa, Generoso Maraia, Ugo Grassi e Maria Pallini, ha percorso nel pomeriggio di ieri diverse tappe in provincia di Avellino.

Innanzitutto la visita allo stabilimento di Industria Italiana Autobus di Flumeri (ex Irisbus), dove l’esponente dell’esecutivo guidato dal premier Giuseppe Conte, accompagnata anche dall’amministratore delegato Antonio Bene, è potuta salire a bordo di alcuni autobus in fase di completamento, che verranno spediti in tutta Italia a partire dal Comune di di Genova. Il Ministro si è soffermata anche con le rappresentanze sindacali della fabbrica, non con gli operai presenti all’esterno dello stabilimento. “A breve ci sarà l’incontro al Mise – ha comunque garantito il Ministro – stiamo lavorando per avere una visione pluriennale sullo stabilimento”.

Poi il tour si è spostato presso la Sala Conferenze del Castello Normanno di Ariano Irpino, dove la Lezzi ha tirato la volata al candidato sindaco dei pentastellati sul Tricolle Michele Iuorio. Durante la conferenza non sono mancati gli strali al Governatore della Campania Vincenzo De Luca e all’alleato di Governo Matteo Salvini, soprattutto in tema di sanità. “E’ giusto che – ha affermato il Ministro – invece che i loro amici, a gestire un ospedale ci vada qualcuno abile, preparato e che sappia farlo”.

Gli attacchi a Salvini, questa volta in tema di Regionalismo Differenziato, non sono mancati neanche nella tappa conclusiva del tour a Piazzetta Biagio Agnes, nel salotto buono di Avellino, dove la Lezzi ha lanciato la corsa a sindaco di Ferdinando Picariello. “Sicuramente non accetteremo che ci siano risorse superiori alle regioni del Nord a discapito di quelle del Sud – ha assicurato il Ministro – è scritto nel Contratto di Governo e se non lo rispetteremo non saremo più il Governo del Cambiamento”.

Nel mezzo una tappa privata al torronificio “Vincenzo Di Iorio” di Montemiletto, che ha visitato accompagnata dal proprietario Gianni Festa-Di Iorio.