VIDEO-FOTO/ In 6mila per la Camminata Rosa, il Vescovo: “Questa marcia è un inno alla vita”

23 settembre 2018

Seimila donne in marcia per la prevenzione e la vita da Mercogliano ad Avellino e quattromila kit venduti. Grande successo per la quinta edizione dell’iniziativa de “La Camminata Rosa”, organizzata dal dottor Carlo Iannace, da Amdos e Amos per la prevenzione del tumore al seno.

La “carovana rosa” è partita alle 9:00 di questa domenica mattina da viale San Modestino a Mercogliano per poi proseguire nel capoluogo, lungo Valle e Viale Italia. L’arrivo in pieno centro di Avellino, alla Chiesa del Rosario, in Corso Vittorio Emanuele, dove il Vescovo Arturo Aiello ha celebrato la Santa Messa.

“Il mio appello è restare unite perché uniti si è più forti – ha detto Monsignor Aiello durante l’omelia – Tante debolezze, se messe insieme, ci rendono forti e ci danno coraggio. Questa marcia è un inno alla vita, una protesta contro la rassegnazione della malattia che vorrebbe costringerci a restare chiusi in casa sul divano”.

A chiudere la giornata di mobilitazione e sensibilizzazione contro il cancro, il consueto lancio di palloncini rosa per ricordare chi non c’è più.

“E’ importante mettersi in cammino e voi lo avete fatto. La malattia unisce perché fa sì che sentiamo l’uno il bisogno dell’altro, mentre la ricchezza divide. Ma questa marcia deve essere impegno quotidiano. Le donne rispondono sempre numerose a questo appello perché sono coraggiose e sanno fare i conti con la sofferenza, vanno avanti. Ci guarisce la fede e la volontà di guarire. E’ fondamentale l’ottimismo della volontà”, ha concluso il Vescovo con parole che rispecchiano in pieno lo spirito dell’iniziativa organizzata dall’Amdos.

La marcia proseguirà anche in tutta la provincia irpina grazie all’invito rivolto da Iannace e dalle associazioni Amdos e Amos ai sindaci di colorare di rosa i monumenti principali di ogni comune.