VIDEO/ Foti: “Bonifica Isochimica sarà più grande intervento dopo post sisma. Potrei anche ricandidarmi…”

18 aprile 2016

“La bonifica e la riqualificazione dell’area dell’ex Isochimica a Borgo Ferrovia sarà il più grande intervento ad Avellino dopo la ricostruzione del post sisma”.

Così questa mattina il sindaco di Avellino, Paolo Foti, intervenuto in conferenza stampa al Comune per la presentazione del Progetto di bonifica dell’ex Isochimica.

La fascia tricolore avellinese torna a parlare ai media locali dopo la debacle dell’ultimo Consiglio comunale.

Sullo sfondo, ovviamente, anche nell’occasione della presentazione del progetto di bonifica superficiale dell’area dell’ex Isochimica, Foti non è stato parco di risposte – più o meno sibilline – nei confronti di quanti gli chiedevano lumi sulla tenuta della sua maggioranza che, per l’ennesima volta, anche nell’ultima seduta consiliare del 15 aprile, ha fatto mancare il numero legale sciogliendo anzitempo la seduta.

In questo senso, a margine della conferenza stampa odierna, Foti – off records – avrebbe detto, parlando del progetto di bonifica dell’Isochimica e della sua durata (cinque anni), che ad Avellino “… lascerà una eredità certamente migliore di quella che ho raccolto, senza escludere che io possa ricandidarmi a sindaco nel 2018”.

Nel dettaglio del progetto, Foti ha preannunciato l’intervento dell’Anticorruzione: “Laddove ci sono enormi risorse (si parla, per questo progetto, di oltre 12 milioni di euro, ndr) da destinare ad interventi di riqualificazione urbana – ha detto il sindaco di Avellino – c’è sempre il pericolo dell’attenzione delle organizzazioni criminali. Ecco perchè, se l’Ente Comune sarà il soggetto attuatore dell’intervento, una volta ricevuti i finanziamenti chiederò udienza a Raffaele Cantone. La cosa fondamentale è che questo intervento,fondamentale per la salute pubblica della nostra comunità, sarà patrimonio della città”.

Così come emerso anche nel corso dell’ultima audizione in Senato a Roma (nell’ultima audizione è stato ascoltato il Governatore campano Vincenzo De Luca, ndr), oltre la bonifica ci sarà da pensare anche a quella che sarà la riqualificazione di una area fino a qualche tempo fa destinata all’industria. “Apriremo un confronto con la città – ha precisato Foti – perché è molto importante avere l’opinione dei cittadini di Borgo Ferrovia così come quella degli altri avellinesi. Apriremo subito questa fase, quindi i santi e i benpensanti dovranno accontentarsi dell’attuale sindaco per questo confronto. La bonifica dell’Isochimica rappresenterà l’atto di riparazione contro un crimine perpetrato ai danni dell’ambiente, della salute, contro chi è morto e contro chi si porta dietro da anni le patologie legate all’amianto”.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.