VIDEO/ Formazione e tirocini: parte la sfida del Consorzio A5. Fortini: “La Regione investe sulle politiche sociali”

21 febbraio 2019

Marco Grasso – Politiche sociali, il Consorzio A5 apripista per l’Irpinia. La Regione Campania ha infatti approvato il primo progetto della misura I.T.I.A. di contrasto alla povertà per la provincia di Avellino all’Ambito sociale A5 di Atripalda.

Le finalità del progetto #inacinque sono state illustrate nella sala consiliare di Atripalda alla presenza dell’assessore regionale alle Politiche Sociali Lucia Fortini che, oltre a rimarcare l’operato del consorzio presieduto da Ciro Tango e diretto da Carmine De Blasio, ha anche salutato con soddisfazione la risoluzione della lunga vertenza che ha interessato il consorzio dei servizi sociali di Avellino.

“Fortunatamente si è raggiunto un punto di incontro tra le varie parti e trovato un accordo nel nome del territorio e dei servizi sociali che devono essere garantiti alla popolazione”. Per la Fortini ora bisogna però accelerare. “E’ possibile recuperare le risorse e mettersi immediatamente al lavoro. La lunga fase di stallo è stata naturalmente negativa, ma ci sono tutti i presupposti per recuperare il terreno perso”.

Insieme al Consorzio A5, capofila del progetto, erano presenti all’incontro i partner coinvolti nella realizzazione delle tre azioni progettuali: la prima, gestita dalla cooperativa la Meridiana, prevede attività e laboratori territoriali finalizzati all’inclusione sociale, la seconda azione, che prevede percorsi di formazione professionale per circa 37 cittadini, sarà curata da Archè srls, mentre la terza, attraverso cui si attiveranno 45 tirocini lavorativi, sarà realizzata dal Gruppo Lombardo srl.

“E’ una sfida sotto certi aspetti innovativa, perché unisce alle attività di sostegno economico delle fasce deboli anche una serie di iniziative che puntano all’inserimento nel mercato del lavoro”, precisa l’assessore alle Politiche Sociali di Atripalda Nancy Palladino.

“Il territorio rappresentato dal Consorzio presenta più di un punto di criticità, al quale stiamo cercando di porre in qualche medio rimedio. Parliamo – aggiunge l’assessore – di un territorio molto vasto, anche eterogeneo. Siamo soddisfatti di poter  mettere in campo un’azione sinergica in grado di incidere positivamente sul territorio”.

“Il nostro consorzio è da sempre attento alle famiglie in difficoltà. Nel corso degli anni – precisa il presidente Tango – abbiamo ad esempio messo in campo molte misure per le famiglie con parenti diversamente abili ed è stato gratificante vedere tanta gente uscire dall’anonimato, recuperare una vita sociale. Il progetto #inacinque potrà contare su una rete molto diffusa sul territorio che conta assistenti sociali e psicologi su tutto il territorio di competenza”.