VIDEO/ Emergenza Acqua, buone notizie per l’Irpinia. De Stefano: “Accordo storico”

20 giugno 2017

Finalmente buone notizie per l’Irpinia, attanagliata da alcune settimane dal grave problema dell’emergenza idrica.

Dopo lo sblocco dei fondi destinati al progetto di ottimizzazione del sollevamento della centrale di Cassano irpino, 6 milioni e 259.327,00 euro che permetteranno alla pompa sita nel comune irpino di avere maggiore capacità di portata e risparmio sull’energia elettrica, si apre un importante spiraglio di luce per quanto riguarda il nuovo accordo siglato stamane a Caserta.

Il presidente dell’Alto Calore, Lello De Stefano, è intervenuto presso il Distretto Idrografico dell’Appennino Meridionale ad un incontro con i rappresentanti delle Regioni Campania e Puglia, con i vertici dell’Ente Idrico Campano e dell’Autorità idrica pugliese, con il coordinatore del Distretto Idrico Irpinia-Sannio Giovanni Colucci ed i manager di Acquedotto Pugliese ed Alto Calore.

Ne è venuto fuori un nuovo accordo sull’erogazione delle acque irpine tra Alto Calore ed Acquedotto Pugliese: 50% a testa per le fonti di Cassano, 50% a testa in merito alle acque della diga di Conza con immediata apertura del potabilizzatore per questa estate.

Raggiante il numero uno dell’Ente di Corso Europa che ha definito “storico” l’accordo raggiunto pochi minuti fa.

In aggiornamento