VIDEO/ Duecento anni della Penitenziaria, tra carenze di personale e il silenzio dei sindacati

22 settembre 2017

Renato Spiniello – Il Corpo di Polizia Penitenziaria compie duecento anni e, ad Avellino, si celebra la ricorrenza presso la Casa Circondariale “Antimo Graziano” di Bellizzi.

L’arrivo delle autorità ha dato il via alla manifestazione, a cui hanno partecipato anche il Prefetto Maria Tirone, il Questore Luigi Botte, il Comandante Provinciale dell’Arma dei Carabinieri Massimo Cagnazzo, il Presidente dell’Ordine degli Avvocati Fabio Benigni e l’Assessore alle Politiche Sociali Teresa Mele, ma non i sindacati che, nei giorni scorsi, hanno declinato l’invito del Direttore Paolo Pastena.

“Le motivazioni che hanno spinto l’Osapp a disertare risiedono nella carenza di personale a cui dobbiamo far fronte – ha spiegato alla stampa proprio quest’ultimo – alcuni pensionamenti hanno ridotto le dotazioni organiche e ciò determina un problema perché su 350 unità totali ne disponiamo appena 270. Spesso occorre coprire turni extra e proprio per questo ci teniamo ad omaggiare ancor più il nostro personale che presta servizio con tanti sacrifici quotidiani”.

Sulla stessa linea anche il Comandante di reparto Attilio Napolitano: “La carenza di personale è un grave problema, in più il nuovo tipo di sorveglianza che si avvale di telecamere non è adeguato a risolvere eventi critici, come tentate evasioni o risse, in cui è fondamentale ricorrere alle risorse umane”.