VIDEO/ Dipendenti Province, Melchionna: “Esuberi? Basta rinvii, occorre chiarezza”

23 marzo 2015

Sempre più nebuloso il futuro dei dipendenti delle ormai ex Province in Italia. Per domani, martedì 24 marzo, i sindacati hanno indetto un presidio di protesta presso la sede della Regione Campania.

Le parti sociali lamentano “… la mancanza di un serio e fattivo confronto promesso e non mantenuto, l’incertezza sulla ricollocazione del personale coinvolto dal riordino presso altri Enti Pubblici”.

A questa incertezza generale si aggiunge poi quanto contenuto nella circolare del ministero del lavoro del 9 marzo 2015, in merito all’anticipazione alle Province degli oneri per il personale dei centri per l’impiego e l’assenza delle tabelle di equiparazione, che il Governo avrebbe deciso di approvare senza il confronto con le parti sociali.

Così Mario Melchionna, numero uno della Cisl IrpiniaSannio: “Né dal Governo ma anche dalla Regione arrivano indicazioni chiare su quelle che dovevano essere competenze e risorse delle nuove Province. C’è un problema di esuberi annunciati varie volte ma non c’è mai stato confronto. Domani saremo a Napoli con i dipendenti delle Province per far capire a Caldoro che questa è una cosa che va risolta subito e non dopo le elezioni”.