VIDEO/ Centro per l’Autismo, Faraone: “Ritardi vergognosi. Ultima parola alle famiglie per la gestione”

17 febbraio 2016

Pasquale Manganiello – Stamane presso il Circolo della Stampa di Avellino, è stato presentato il libro “Ad Ulisse andò anche meglio” di Scipione Pagliara.

Sono intervenuti Davide Faraone, sottosegretario del MIUR, Lucia Fortini, Assessore Istruzione, Politiche Sociali e Sport Regione Campania, Carlo Iannace, V e VI Commissione Regione Campania, Gianni Festa, Direttore “Il Quotidiano del Sud” Campania.

Presenti in platea la Dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale, Rosa Grano, il presidente dell’Ordine dei Medici di Avellino, Antonio D’Avanzo, l’ex segretario del Pd provinciale Carmine De Blasio, il sindaco di Avellino Paolo Foti, il sindaco di Montemarano, Beniamino Palmieri, il direttore sanitario dell’Asl Avellino, Mario Ferrante, il segretario provinciale della Cgil, Vincenzo Petruzziello.

Il libro del dott. Pagliara ripercorre l’odissea del Centro per l’Autismo di Rione Valle e racconta la storia di un padre sofferente ma non vinto, una storia di interessi economici coniugati alla salute delle persone, ma soprattutto una denuncia fortissima nei confronti della politica e delle Istituzioni in generale.

“Una storia che dovrebbe essere da esempio per il resto del Paese – ha dichiarato il sottosegretario Faraone – per quanto riguarda la tenacia dimostrata da queste famiglie e, certamente, non per quanto riguarda i tempi clamorosi per una struttura così importante per la salute delle persone. Colpiscono i ritardi e le modalità per realizzare le infrastrutture, colpisce la finalità che avrebbe necessitato sin da subito di questa presenza in modo da consentire ai bambini di poter aver interventi paralleli alla scuola. Resta che aver fatto passare tutto questo tempo ha del vergognoso”.

“E’ la quarta volta che sono qui – ha concluso Faraone – per sensibilizzare e tenere accesi i riflettori sulla struttura. Le famiglie dovranno avere un ruolo da protagonista nella gestione e le Istituzioni faranno bene ad ascoltarle”.

“Il centro è in dirittura d’arrivo – spiega Lucia Fortini, Assessore Istruzione, Politiche Sociali e Sport Regione Campania – garantiamo l’impegno della Regione non appena il Centro comincerà a funzionare: le politiche sociali faranno la propria parte. A breve ricominceremo a liquidare i Piani di Zona anche se abbiamo bisogno di una programmazione. Inoltre abbiamo in mente un finanziamento sociosanitario: per farlo c’è bisogno di un piano di rientro in quanto abbiamo debiti che risalgono alle precedenti Amministrazioni. Proveremo a dare ossigeno alle strutture attraverso questo piano”.

Il sindaco Paolo Foti, nel suo intervento, ha sottolineato l’impegno sul requisito di appartenza del suolo, evidenziando come sia in stretto contatto con il Governatore De Luca sull’argomento. La proposta è arrivata dal direttore sanitario Asl, Mario Ferrante, che ha evidenziato le pecurialità specifiche di ogni ragazzo costretto alle cure fuori regione anche con il sostegno dell’Asl. Ferrante ha avanzato la proposta di far pervenire alle famiglie dei voucher per un’assistenza non surrogata ma calibrata affinchè il Centro sia un vivaio potenziato dalle professionalità multidisciplinari.