VIDEO/ Calcio Avellino, Partenio-Lombardi ok dalla giunta ma senza tifosi

4 settembre 2018

di Claudio De Vito – E’ arrivato il tanto atteso via libera dal Comune per l’utilizzo dello stadio Partenio-Lombardi da parte del Calcio Avellino SSD. Da domani infatti la squadra di Archimede Graziani potrà usufruire dal sintetico per gli allenamenti e per le partite casalinghe grazie all’accordo in via esclusiva fino al 30 settembre siglato con Walter Taccone.

Nonostante l’ok giunto da Piazza del Popolo però la società di Gianandrea De Cesare ha programmato per domani la doppia seduta sempre al Country Sport che già oggi ha ospitato la ripresa dei biancoverdi. E ciò perché lo stadio è sprovvisto di tutta una serie di adempimenti richiesti dal decreto Pisanu in mancanza dei quali si gioca a porte chiuse. Si tratta di prescrizioni che prescindono dalla categoria e che sono legate alla capienza dell’impianto, attualmente di circa 10mila posti.

Per giocare a porte aperte con la capienza di 10mila spettatori, il Calcio Avellino innanzitutto deve procedere alla nomina di un delegato alla sicurezza, alla messa a punto del circuito di videosorveglianza, alla predisposizione di biglietti nominativi, all’attivazione dei tornelli e del servizio stewarding. Tutto dovrebbe poi confluire nel Gos da tenere tre giorni prima l’evento sportivo, ovvero giovedì. Una vera e propria impresa. La dirigenza Sidigas si è attivata dalla settimana scorsa incontrando i rappresentanti della Digos ma la tempistica non fa sconti.

Oltremodo complicata anche la riduzione della capienza, anche dimezzata, che necessiterebbe del parere della Commissione di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo e di una nuova licenza d’uso. Gli adempimenti da porre in essere sarebbero certamente rapportati alla capienza inferiore, ma la tempistica non consente l’iter parallelo. La chiusura al pubblico domenica appare in fin dei conti lo scenario più plausibile.

La SSD, che entro domani dovrà comunicare l’impianto sportivo per la disputa del turno preliminare di coppa, a questo punto potrebbe chiedere alla LND e al Nola l’inversione di campo per consentire al pubblico dell’una e dell’altra sponda di tifo di assistere al match. Si giocherebbe allo Sporting Club di Nola anch’esso dotato di manto erboso in sintetico. A meno che non si propenda per un altro rinvio come accaduto per Bari-Bitonto che sarà disputata il 26 settembre. Bisognerà però valutare questa volta la disponibilità degli avversari a far slittare nuovamente la gara.

Intanto l’assessore allo Sport Donatella Buglione ha così commentato il via libera ad Piazza del Popolo: “Finalmente la Giunta ha partorito questa delibera. Abbiamo preferito sottoscriverla oggi proprio per rivedere tutti i passaggi e le molteplici criticità che la caratterizzavano. Sappiamo bene che Walter Taccone era moroso verso il Comune”.

“Ieri – ha aggiunto Buglione – Taccone e De Cesare hanno effettuato un sopralluogo per monitorare gli impianti all’interno della struttura i sopralluogo. Non ci resta, quindi, che aspettare domenica, la prima partita di campionato, e sperare anche in una bella vittoria”. Taccone che dal canto suo “ha tempo fino al 31 ottobre, come da accordi con la precedente amministrazione, per saldare tutte le rate attualmente pendenti” ha ricordato l’assessore Buglione.