VIDEO/ “Biogem semina cultura, è una grande realtà per l’Irpinia”. L’elogio di Mattarella al centro ricerche

5 settembre 2018

Renato Spiniello – “Biogem semina cultura nel tessuto della Campania, producendo consapevolezza e crescita”. L’elogio al centro di ricerche e formazione ufitano, partito con le parole di Domenico Gambacorta e Vincenzo De Luca, continua direttamente con l’intervento del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, la cui presenza ha reso ancora più importante la giornata inaugurale del meeting “Le Due Culture” che, alla sua decima edizione, ha avuto come tema la “Cosmologia. L’uomo eterno Ulisse nell’infinità dei mondi”.

Una giornata di festa ad Ariano, che dopo trent’anni riceve nuovamente una visita di un Capo dello Stato. L’ultimo a sbarcare sul Tricolle fu Francesco Cossiga nel 1988, in occasione del centenario della morte di Pasquale Stanislao Mancini. Mattarella, invece, prima di intervenire direttamente dal palco della sala Gagliardo, ha voluto visitare il centro presieduto da Ortensio Zecchino, entrando in alcuni dei laboratori e al Museo della Storia della Terra e della Vita.

“Questo centro dimostra la priorità che il fronte della ricerca scientifica rappresenta per il Paese – continua Mattarella nel suo intervento – Vedere ricercatori che utilizzano macchinari all’avanguardia è affascinante ed è motivo di riconoscenza”.

Poi, sulle parole del sindaco di Ariano sullo spopolamento dei giovani irpini e del Sud, l’inquilino del Quirinale ha continuato: “Potrei dare una risposta di maniera sull’impegno delle istituzioni, ma sento anche di dire che nel nostro Meridione ci sono tanti giovani che esprimono competenze e sono un segno incoraggiante. Biogem va in questa direzione. E’ questo il modo per portare il Sud verso le posizioni più avanzate del futuro. L’Italia ringrazia i ricercatori di Biogem per il lavoro che fanno. E’ una grande realtà che ha il compito di seminare per questo territorio e questa regione”.