VIDEO / “Basta con gli interventi straordinari, ecco di cosa ha veramente bisogno il Sud”

11 gennaio 2020

Alpi – “Dopo 70 anni di interventi straordinari forse poco incisivi, occorre chiedersi quali errori sono stati fatti. E’ ora di smetterla di fare l’elenco di tutto e chiedere soldi. Il ruolo della politica è quello di individuare le priorità”.

Carlo Borgomeo indica il suo “verso il Sud” nel giorno del convegno organizzato dalle Acli a Mercogliano. Il responsabile di “Fondazione con il Sud” indica la sua, di priorità: “Occorre trovare un modo che sia veramente innovativo per rilanciare il Mezzogiorno. Per fare sviluppo economico vero serve un tessuto sociale forte. Dunque, bisogna fare investimenti sui giovani, sulle scuole. Le condizioni per la crescita si basano su un capitale sociale forte. Non basta fare trasferimenti di risorse, portare un po’ di soldi al Sud non serve”.

Per Giuseppe Acocella, Magnifico Rettore Università Giustino Fortunato, “la soluzione per il Mezzogiorno non può mai prescindere da un Paese unito. Bisogna puntare sulla valorizzazione delle professionalità”.

La tavola rotonda è andata avanti nel pomeriggio ed è stata dedicata al dibattito con i dirigenti Acli del Sud. I lavori introdotti e moderati da Michele Zannini del Patronato Acli Campania e gli interventi di Paolo Petracca, segretario di Presidenza Nazionale Acli con delega allo Sviluppo Associativo; Emiliano Manfredonia, Presidente Nazionale Patronato Acli e Vicepresidente Nazionale Acli; Andrea Luzi, Presidente Nazionale Caf Acli; Serafino Zilio, Segretario Nazionale Fap Acli.