VIDEO/ Maraio del PSI sponsorizza Festa e attacca i 5 Stelle: “E’ la stata la peggiore pagina possibile per Avellino”

21 maggio 2019

Questa mattina la conferenza stampa tra i vertici nazionali, regionali e provinciali del Partito Socialista Italiano (PSI) durante la quale è stata illustrata la volontà del partito di rilanciare Avellino attraverso l’appoggio alla candidatura a sindaco di Gianluca Festa e la proposta di Mimmo Rossi in qualità di candidato a consigliere per la lista “W La Libertà”.

Proprio Mimmo Rossi si dichiara pronto a mettersi in gioco per la città e dichiara: “Ho accettato questa candidatura perché Avellino non vive una situazione facile: c’è da recuperare il senso della normalità e della responsabilità in questa città. Dobbiamo immaginarla come se fosse un quartiere di Milano per numero di abitanti: pertanto, può essere facilmente amministrabile se, però, oltre a mettere a disposizione tanta volontà e attenzione, si riesce a connettere il centro con le periferie”.

Entusiasta il candidato alla carica di sindaco, Gianluca Festa che esprime soddisfazione per l’appoggio dei socialisti e alle polemiche di qualche avversario politico risponde: “Notiamo un certo nervosismo – dice Festa – da parte di alcuni avversari, ma noi pensiamo soltanto al nostro programma e ai cittadini che sono interessati al nostro progetto. Siamo noi la sola alternativa valisa, abbiamo conoscenza della città, competenza amministrativa e amore per Avellino”.

L‘endorsement a Festa viene fatto senza peli sulla lingua dal consigliere regionale e segretario nazionale del PSI, Enzo Maraio: “Non abbiamo avuto dubbi sulla scelta di appoggiare la coalizione di Gianluca in quanto, oltre a essere dotato di coerenza e capacità di prendere decisioni politicamente corrette, è stato uno dei pochi a fare quadrato e occorre ad Avellino, in questo momento, normalizzare il quadro del centro-sinistra dopo il ‘voto di protesta’ dei cittadini alle scorse elezioni e la frammentazione di questa nuova tornata”.

“Credo che Avellino – incalza Maraio – con l’ultima pagina dell’amministrazione a governo 5 stelle abbia scritto la peggiore pagina possibile. Se avessimo seguito ed ascoltato Gianluca, che già prima avevo espresso qualche perplessità su come la coalizione del Pd stesse affrontando la cosa, probabilmente ci saremmo trovati con un esito diverso”.

Il segretario tende la mano anche all’altra coalizione di centro-sinistra, in cui è confluito il Partito Democratico: “Il nostro auspicio è che questa esperienza con Festa possa consentire al Pd di fare un passo indietro e tentare di costruire un ragionamento per ricompattare il centro-sinistra e creare di nuovo unità”.