VIDEO / Avellino Calcio – Tesser mischia le carte: “Potrei cambiare sistema di gioco”

5 febbraio 2016

Si avvicina la giornata amarcord per Attilio Tesser che domani con il suo Avellino sarà di scena a Novara dove ha lasciato ricordi indelebili legati alla straordinaria cavalcata dalla Lega Pro alla Serie A. Un mix di emozioni e sentimenti che difficilmente potrà celare dietro la maschera di un presente totalmente orientato al raggiungimento del massimo risultato al “Piola”.

“Ci attende una partita estremamente impegnativa – ha esordito Tesser – il Novara è stato allestito per un campionato di vertice e ha confermato le sue ambizioni che sul mercato di gennaio. Noi dovremo essere capaci di rialzarci subito dopo la sconfitta con il Cagliari. Vogliamo riprendere subito il cammino positivo, dobbiamo crederci. Dipenderà tutto da noi al di là del valore dell’avversario”.

Le scelte.  “Riporterò Jidayi a centrocampo – ha spiegato il trainer biancoverde – spero di recuperare Arini che non è al cento per cento. Sul campo di Novara (terreno in sintetico, ndr) la caviglia viene sollecitata maggiormente. Sta stringendo i denti. Migliorini farà il centrale e rientrerà Visconti. In attacco giocheranno Castaldo e Mokulu anche se Tavano e Joao Silva si sono allenati molto bene in settimana. Pisano? Sta bene, non gioca da cinque mesi. Partirà dalla panchina perché è arrivato a metà settimana. E’ un calciatore di grossa esperienza che ho avuto già a Cagliari ed è anche un’ottima persona”.

Il modulo potrebbe cambiare ma Tesser detta le condizioni in partenza. “Non lo farei soltanto perché Biraschi ha sofferto sulla destra per una sola partita – ha precisato a chiare lettere il tecnico di Montebelluna – lo farei piuttosto per i problemi che ho a centrocampo o perché il Novara gioca con quattro attaccanti”.