VIDEO / Avellino Calcio – Tesser volta pagina ma avverte: “Il Bari non è uno spartiacque”

12 febbraio 2016

Un pesante poker da riscattare ed un cammino da riprendere in fretta dopo due sconfitte consecutive. L’Avellino è atteso dal match ad alta tensione con il Bari per cancellare la Caporetto del “Piola”.

Lo spirito e la carica di Attilio Tesser spingono i lupi verso la luce in fondo al tunnel. “Abbiamo preparato questa gara con grande attenzione cercando di sviscerare tutte le possibili soluzioni tecnico-tattiche nelle due fasi” ha esordito nella conferenza stampa della vigilia il tecnico biancoverde.

“Oltre alla parte tattica – ha proseguito Tesser – esiste un aspetto motivazionale, vogliamo riprenderci subito dal momento di difficoltà. Dobbiamo avere la forza di reagire subito. Occorreranno concentrazione e intensità di gioco. Il Bari ha grosse motivazioni ma noi ne abbiamo certamente più di loro. Guai però a disunirci come accaduto a Novara: il Bari ha nella ripartenza una delle sue doti migliori con la qualità che si ritrova davanti”.

Un match significativo ma non determinante. “Non è una gara spartiacque – ha avvertito il tecnico di Montebelluna – è comunque una gara importante. Una vittoria ci consentirebbe di consolidare i play-off a cui siamo rimasti aggrappati nonostante gli ultimi risultati non positivi. La classifica è estremamente corta tranne le prime tre posizioni”.

Dubbi e certezze di formazione con la rifinitura ancora da dirigere: “Ci sarà qualche cambiamento sulla linea difensiva, a centrocampo nessun problema e in attacco ho il dubbio sull’uomo da affiancare a Castaldo – ha rivelato Tesser – Biraschi è rientrato, ieri ha svolto solo la parte tattica iniziale poi l’ho lasciato a riposo perché con l’Under 21 ha disputato novanta minuti. Gavazzi sta bene, ha recuperato. D’Angelo va valutato ma mi piacerebbe portarlo in panchina”.