VIDEO/ Curva Sud a muso duro: “Taccone, Ferullo non lo vogliamo e ti contestiamo ancora”

17 novembre 2017

Claudio De Vito –  Nel giorno di Frosinone-Avellino, la Curva Sud replica duramente al presidente Walter Taccone con un incontro pubblico al quale ha partecipato un centinaio di tifosi. Fronte comune del Direttivo che ha ribadito il secco rifiuto della figura societaria di Angelo Ferullo – entrato nel club biancoverde con una quota del 15% senza la carica di amministratore unico – e la contestazione nei confronti del patron biancoverde iniziata ufficialmente con il comunicato diramato un paio di settimane fa.

“Non permetto a nessuno di infangare il nome della Curva Sud, né tantomeno a Walter Taccone perché la faccia noi ce la mettiamo sempre”, ha esordito Franco Iannuzzi replicando all’affondo del patron andato in scena ieri durante la conferenza stampa del Partenio-Lombardi. “L’ho stimato per quello che ha fatto – ha affermato chiamando in causa il massimo dirigente dell’Avellino – ma questo personaggio (Angelo Ferullo, ndr) non lo vogliamo, vogliamo trasparenza per tranquillizzare i tifosi”.

A fargli eco Frank Pennisi, anche lui membro del Direttivo della Curva Sud sempre in prima linea per i colori biancoverdi. “La nostra strada è quella della contestazione dura, decisa ma civile – ha annunciato – Taccone non ha nessun diritto di offenderci e di farci passare per incivili nascondendo così il suo operato criticato da tutti. Lo invito ad un incontro pubblico con tutti noi tifosi, lo aspettiamo a braccia aperte. Ma sia chiaro – ha precisato Pennisi – sarà soltanto un modo per guardarsi in faccia perché la contestazione andrà avanti: dura, decisa, ma civile”.

“Saremo a Frosinone – ha aggiunto Pennisi – speriamo solo di aver risvegliato le coscienze. L’US Avellino è un patrimonio di tutta la provincia e dei suoi tifosi, non può essere gestito in maniera privata e di nascosto. Non possiamo accettare che il 24 ottobre Taccone abbia firmato un atto di cessioni prendendo in giro tutti per venti giorni. E’ un’offesa all’intelligenza di tutti. Avete visto Ferullo come si è presentato? – ha detto rincarando la dose di opposizione rispetto al comunicato – lo definisco un burattino, è meglio che stia a casa”.

Un clima rovente, una contestazione aperta che non accenna a placarsi anzi proseguirà ad oltranza. La Curva Sud è scesa in campo per manifestare in maniera decisa il suo dissenso nei confronti delle scelte del club, mettendo nel mirino Walter Taccone che questa sera sarà a Frosinone per assistere al match proprio insieme al suo nuovo socio di minoranza Angelo Ferullo. Entrambi nel mirino del tifo organizzato in un vortice di aspre polemiche che nemmeno i risultati del campo potrà fermare.

(A breve le videointerviste a margine della conferenza stampa della Curva Sud Avellino)