VIDEO / Insigne: “Tesser speciale, Tavano esempio anche sotto la doccia”

17 marzo 2016

Estroso in campo, schietto fuori. Roberto Insigne offre spettacolo anche davanti a microfoni e taccuini, nonostante un virus intestinale lo abbia messo ko durante il test con la formazione Berretti.

“E’ merito di Tesser se ho questo rendimento” garantisce il fantasista biancoverde. “L’anno scorso nessuno mi conosceva e grazie a lui sono emerso – aggiunge – ci vogliamo bene e sono contento di averlo come allenatore”. Insigne tesse le lodi del suo allenatore nonostante lo impieghi in ruolo a lui non congeniale. “Non sono un trequartista ma mi adatto – spiega – cerco di dare sempre il massimo, giocare in un ruolo non mio rappresenta uno stimolo”.

L’Avellino si è rilanciato grazie alle sue magie. “Sono contento per la vittoria e per la mia prestazione con l’Ascoli – sottolinea l’ex di Reggina e Perugia – spero di confermarmi nelle prossime partite. Con la Ternana vogliamo i tre punti. I playoff sono un obiettivo reale, ci crediamo”.

All’Avellino in alcuni frangenti manca il carattere, ma Insigne utilizza un termine ancora più forte per rendere l’idea. “Ci manca la cazzimma – sottolinea – cercheremo di tirarla fuori nelle prossime gare che sono molto importanti”.

Un tecnico speciale come Tesser e un compagno di squadra altrettanto speciale come Tavano. “Per me è un esempio, lo osservo anche quando si fa la doccia – scherza Insigne – insieme a Castaldo ritengo sia l’attaccante più forte della categoria”.