VIDEO/ Pompiere Novellino: acqua sui casi e ansia-bis per Ardemagni

12 agosto 2017

Dal Partenio-Lombardi, Claudio De Vito – “Mi è dispiaciuto molto leggere certe cose in settimana”. Walter Novellino esordisce così alla vigilia della trasferta di Verona placando una tensione che ha avvelenato l’ambiente negli ultimi giorni. Dall’operazione Giacomelli saltata per volontà dello stesso tecnico, amareggiato per il caso gonfiato su uno scambio di vedute in allenamento con capitan D’Angelo.

E’ lui allora a prendere la parola in conferenza stampa con tutti i chiarimenti del caso: “Ho lavorato sette anni con Marotta e Paratici alla Sampdoria – ha sottolineato – tantissime volte abbiamo cambiato idea all’ultimo momento su un giocatore che non piaceva. Così è accaduto con l’Avellino, sono cose che ci stanno all’inizio di una stagione. La società sta facendo di tutto per aiutarmi. Con D’Angelo è finita lì, mi conoscete, sono diretto quando devo dire una cosa”.

Prima c’è da fare il pompiere poi c’è da pensare alla partita, pensiero secondario nella cronologia dell’esposizione ma non sul piano delle priorità. Perché “a Verona non vogliamo fare la controfigura, andiamo lì per far bene, siamo consapevoli delle difficoltà che possiamo avere”.

Al “Bentegodi” il tecnico di Montemarano ritroverà Daniele Verde, suo pupillo l’anno scorso e “calciatore di qualità, quella qualità che servirebbe a noi” ha ricordato riallacciandosi all’argomento mercato. Walter Novellino però glissa su Leonardo Morosini e Riccardo Marchizza, obiettivi dichiarati e quasi promessi sposi biancoverdi con una tempistica dilatata.

Da quelli che potrebbero esserci a quelli che ci sono. Matteo Ardemagni c’è in rosa e ha prolungato il suo contratto ma rischia di saltare anche il Verona a causa di una ricaduta all’adduttore. L’attaccante milanese partirà alla volta di Verona ma alla fine dovrebbe finire in tribuna lasciando spazio ancora una volta a Luigi Castaldo.

Al di là della defezione Ardemagni, Walter Novellino ricorda: “Difficilmente cambio la squadra che vince”. Ed allora per Simone Pecorini (proposto titolare nella partitella in famiglia di giovedì) e Nicola Falasco ci sarà spazio nella ripresa, essendo previste per loro le staffette rispettivamente con Lorenzo Laverone e Soufiane Bidaoui.