VIDEO/ D’Angelo fissa la priorità: “La classifica prima del derby”

9 maggio 2017

Dal Partenio-Lombardi, Claudio De Vito – La carica di Angelo D’Angelo nella settimana che conduce al derby con la Salernitana. “Ma conta più la classifica del campanilismo” avverte il capitano dell’Avellino che sabato ha sofferto in tribuna durante la gara con il Bari.

“Siamo pronti, non abbiamo paura – sottolinea il mediano biancoverde – andremo a Salerno per giocarcela alla grande, dovremo fare risultato perché veniamo da un periodo senza vittoria e vogliamo dimostrare di essere vivi. La Salernitana giocherà spensierata – aggiunge – ma avrei preferito che giocasse per un obiettivo. Sorprenderemo il nostro avversario per la fame che abbiamo”

“La quota salvezza? Mi auguro che tre punti possano bastare, ma a quattro saremmo più tranquilli” spiega Angelo D’Angelo che rimarca un aspetto sui novanta minuti dell’Arechi: “Non mi interessa che si chiami derby, voglio salvarmi. Per me è una partita speciale: sono uno dei pochi salernitani amati ad Avellino”.

Il calo mentale del post-Pisa ha portato l’Avellino a giocarsi la salvezza in affanno negli ultimi 180 minuti. “Non mi aspettavo la flessione – ammette il mastino di Ascea – nel girone di ritorno abbiamo conquistato tanti punti ma dietro di noi le altre squadre hanno iniziato a correre. Sul campo abbiamo 49 punti non lo dimentichiamo, a livello mentale abbiamo subito un po’ il colpo della penalizzazione”.