VIDEO / Avellino Calcio – Biraschi non si dà pace per l’episodio del rigore a Livorno

11 ottobre 2015

Il cenno di intesa con la stampa irpina presente a Livorno sull’episodio che lo ha visto coinvolto a inizio ripresa vale più di mille parole. Davide Biraschi non si dà pace a fine gara nei pressi del pullman dell’Avellino parcheggiato nel piazzale della tribuna dello stadio “Armando Picchi”. Le pacche sulla spalla e i gesti di incoraggiamento del direttore generale Massimiliano Taccone e del direttore sportivo Enzo De Vito, qualche parola scambiata al telefono e con alcuni compagni di squadra, poi da solo seduto a masticare amaro per l’ingiustizia ricevuta.

La beffa è stata doppia per l’ex Grosseto, schierato per l’occasione come terzino destro: calcio di rigore e seconda ammonizione per un tocco tra petto e spalla che l’arbitro invece ha giudicato essere stato effettuato con il braccio. Le proteste biancoverdi non sono servite a far tornare sui propri passi Minelli di Varese che ha mandato su tutte le furie, oltre ai calciatori, Attilio Tesser e la stessa società, che nella persona del dg Taccone ha assunto una posizione ufficiale ai microfoni di Irpinianews.