VIDEO/ Avellino Calcio – Taccone abbraccia Foscarini e chiama Italpol

3 aprile 2018

di Claudio De Vito – “Sofferto ma necessario”. Walter Taccone archivia così l’esonero di Walter Novellino diventato ufficiale in mattinata, ma in realtà già di fatto stabilito subito dopo la sconfitta con il Bari. L’Avellino volta pagina con il sesto capitolo sulla panchina con Walter Taccone patron intitolato Claudio Foscarini.

“Mi è dispiaciuto molto perché con Novellino c’è stato sempre un rapporto consolidato quasi affettuoso – ha sottolineato il presidente dell’Avellino commentando l’avvicendamento in panchina – purtroppo in certe situazioni devi prendere una decisione sofferta ma necessaria. Novellino va ringraziato perché l’anno scorso ci ha salvato dalle sabbie mobili. Quest’anno è andata peggio ma non per colpa sua”.

All’ex tecnico di Cittadella e Pro Vercelli Claudio Foscarini il compito di salvare l’Avellino. “Ripartiamo da un allenatore che ha mostrato solidità e competenza finora nella sua carriera – ha affermato Taccone – speriamo che la svolta teorica si traduca in svolta effettiva sul campo”. Domani alle 18:30 il primo allenamento (aperto ai tifosi) del Ferguson del Piave (così ribattezzato per la militanza decennale sulla panchina del Cittadella) preceduto dalla presentazione ufficiale in programma alle 17:30.

Nella prima mattinata il summit in sede con la fumata bianca arrivata a stretto giro senza pretese economiche e contrattuali da parte del neo tecnico biancoverde. “Si è comportato bene – ha evidenziato Taccone – ha firmato fino a giugno, poi se le cose andranno bene vedremo, da parte mia ci sarebbe soltanto un impegno morale a prolungare il discorso, nulla di scritto. Avrebbe potuto approfittare della situazione di debolezza da parte della nostra società”.

Prima di ingaggiare Claudio Foscarini, Walter Taccone ha informato sull’operazione il gruppo Italpol che già nel tardo pomeriggio di oggi, rappresentato da Alex Gravina, il patron incontrerà per provare ad accelerare la trattativa societaria. “I rapporti sono ottimi e continueremo a discutere – ha affermato il massimo dirigente del sodalizio biancoverde – cercheremo di chiudere la trattativa o di darci una deadline per il neo su bianco in modo da consentire all’Avellino di intraprendere un nuovo discorso. Accanto ai risultati sportivi – ha concluso – abbiamo bisogno di un riscontro da punto di vista economico-finanziario”.