Video/ Al via il Mas Fest, Cignarella: “Organizzazione consolidata. Laceno d’oro? Grande impegno in tempi ristretti”

16 giugno 2015

Stamane si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del Mas Fest edizione 2015, l’evento musicale organizzato dall’Associazione Culturale Koinè Art Lab. Hanno partecipato all’incontro, presso la Sala Stampa di Palazzo di Città, l’Assessore alle Politiche Culturali Nunzio Cignarella e i rappresentati dell’ Associazione Carlo Iandolo e Lello Pulzone.

 

Venerdì 19 e Sabato 20 Giugno presso il Parco Santo Spirito di Avellino prenderà il via il festival prodotto dall’Associazione Koinè Art Lab. L’edizione numero 11 sarà un viaggio sonoro eterogeneo che toccherà tre continenti e farà assaporare il gusto e i profumi di luoghi esotici e lontani. Attraverso l’hashtag #wearemasfest l’Associazione Koinè Art Lab chiede a ogni amico del festival – vecchio o nuovo che sia – di condividere sui social network foto, ricordi e pensieri delle proprie esperienze al Mas Fest, sia delle edizioni passate che di quella in arrivo i prossimi 19 e 20 giugno. La location sarà ancora una volta il Parco Santo Spirito di Avellino, grazie alla rinnovata collaborazione con il Comune di Avellino che ha concesso il suo patrocinio all’iniziativa.
“Venerdì 19 giugno – ha dichiarato Iandolo – si alterneranno sul palco i locali Slaves of Love and Bones, gli italo-tedeschi Warias e i veneti The Lay Llamas. Sabato 20 giugno sarà la volta, invece, degli avellinesi Exploders Duo, seguiti dai giapponesi Kikagaku Moyo e i meticci C’Mon Tigre, un collettivo di musicisti provenienti da ogni parte del mondo. Saranno due giorni intensi di musica live, ci auguriamo che gli avellinesi si lascino conquistare da questi gruppi e che siano pronti a recepire nuovi stimoli musicali”.

 

E’ intervenuto alla presentazione dell’evento anche l’assessore alle politiche culturali del Comune di Avellino, Nunzio Cignarella:
“E’ un evento certamente importante visto che si è giunti alla undicesima edizione. C’è una organizzazione consolidata e una ottima risposta del pubblico. A noi fa piacere sia perché abbiamo avuto modo l’anno scorso di vedere gli esiti positivi, sia perché è una manifestazione che dà lustro a Parco Santo Spirito e ci aiuta a dare dei contenuti stabili a una struttura che ha molti problemi ma che pian piano sta entrando nelle abitudini degli avellinesi”.
Cignarella ha parlato anche del “Laceno d’oro” dopo i duecentomila euro di finanziamento ricevuti dalla Regione Campania:
“Stiamo lavorando all’edizione del “Laceno d’oro”, appena avremo un programma dettagliato ed esecutivo lo renderemo pubblico. I tempi sono ristretti ma cercheremo di fare qualche sforzo in più Il dato importante è che la Regione lo finanzia per il secondo anno consecutivo, è un progetto che tende a stabilizzarsi e che può attirare sponsor e consentire un impegno più cospicuo in prima persona da parte del Comune. L’obiettivo è quello di fare durare il “Laceno d’oro” dal 1 gennaio al 31 dicembre”.

 

“Quest’anno si svolgerà in 9 comuni – conclude Cignarella – è un impegno ancora maggiore con l’ ambizione di essere punto di riferimento per l’intera provincia. Quest’anno abbiamo avuto 200 mila euro di finanziamento, il contributo del Comune sarà di 20000 euro”.