VIDEO/ I 10 anni di “Puozzi passà p’a Pratala”: ad inaugurare il Festival di musica popolare saranno i Foja

4 luglio 2018

Inizia il conto alla rovescia per il Festival di musica popolare più atteso dell’anno: Puozzi passà p’a Pratala. Un evento che, quest’anno, compie dieci anni. A firmare il successo dell’evento è stato lo storico gruppo di musica popolare dei Pratola Folk guidato da Orlando Marano.

L’appuntamento è per questo fine settimana, da venerdì 6 fino a domenica 8 luglio, lungo il corso principale di Pratola Serra. Sono tante le novità racchiuse in questa decima edizione. Tutte e tre le serate saranno allietate dalla presenza di gruppi itineranti, artisti di strada e, sopratutto stand gastronomici ed artigianali.

La musica deve essere sempre accompagnata da buon cibo e ottimo vino e la tradizione irpina ha tanto da offrire.

Ad inaugurare il festival saranno i Foja, gruppo musicale folk-rock italiano di Napoli nato nel 2006. E da allora ne hanno fatta di strada Dario Sansone (voce e chitarra), Ennio Frongillo (chitarra elettrica), Giuliano Falcone (basso elettrico) e Giovanni Schiattarella (batteria).

Il 27 giugno 2016 è per i Foja una data storica: sono la prima rock band in assoluto a suonare in elettrico sul palcoscenico del Teatro San Carlo con Cagnasse Tutto, spettacolo presente nel cartellone del “Napoli Teatro Festival Italia” 2016.

Il concerto vede alla regia Franco Dragone, storico direttore artistico del Cirque du Soleil. Un mese dopo, il 23 luglio 2016, sull’onda dell’entusiasmo, si esibiscono nella Piazza D’Armi di Castel Sant’Elmo a Napoli, uno dei luoghi più suggestivi d’Italia, alla presenza di 6000 persone circa.

Per festeggiare la cittadinanza onoraria conferita a Diego Armando Maradona dal sindaco di Napoli, il 5 luglio 2017 a Piazza del Plebiscito, i Foja aprono lo spettacolo diretto da Alessandro Siani con una versione inedita e travolgente di Yes I Know my way.

Il 14 settembre dello stesso anno Gatta Cenerentola, pellicola realizzata dallo stesso team che ha prodotto “L’arte della felicità”, è proiettata nelle sale italiane: la soundtrack include ‘A chi appartieni’, terzo singolo estratto dall’ultimo album.

Il film innovatore del cinema d’animazione – che vede Dario Sansone tra i quattro registi – raccoglie consensi di pubblico e critica alla 74esima Mostra del Cinema di Venezia, vince svariati premi ed è selezionato tra le 26 pellicole candidate a far parte della rosa delle nomination per l’Academy Awards, meglio conosciuto come Premio Oscar, per la categoria Miglior Film D’Animazione.

Il 14 febbraio 2018 vengono annunciate le cinquine in lizza per il Premio dei David di Donatello 2018: sette le categorie in cui “Gatta Cenerentola” è candidata, tra cui quella di Miglior canzone originale con il brano “A chi appartieni” (fonte pagina ufficiale dei Foja).

Sabato sarà la volta degli Spaccapaese guidati dal travolgente Gerardo Amarante. Il gruppo nasce nel 2004 dall’incontro fra musicisti cresciuti nell’ambito di questa tradizione e altri che arrivano da una lunga militanza con lo storico gruppo operaio ‘e Zezi di Pomigliano d’Arco, ensemble che ha fatto, dagli anni ‘70 in poi da cerniera culturale fra il mondo musicale impegnato della città operaia e quello più arcaico della provincia contadina.

Il risultato è un gruppo capace come pochi di ricreare anche su un palcoscenico quello che accade nei “cerchi” dove la tammorra e il canto rendono anche solo per una notte la gente della nostra terra veramente “libera”.

Insieme ad Amarante ci saranno sul palco Vincenzo Ciccarelli (voce, tammorra e tamburello), Francesco Migliaccio (fisarmonica), Lello Settembre (clarinetto e flauto dolce), Nunzio Veneruso (chitarra).

A chiudere la serata saranno gli organizzatori del ‘Puozzi’: i Pratola Folk. Il gruppo guidato da Orlando Marano da oltre quarant’anni racconta, attraverso gli strumenti musicali e le voci che lo caratterizzano, l’anima della tradizione popolare. Un’anima sempre accesa e presente. Proprio quest’anno, come ci anticipano nell’intervista ad Irpinianews, Armando ed Achille Marano, i Pratola Folk  proporranno dal palco centrale del paese, alcune novità musicali. Ovviamente nulla va svelato, perché, l’evento si avvicina e, i tanti appassionati e curiosi, avranno modo di ballare, cantare e divertirsi insieme a loro.

Le luci dello spettacolo del Puozzi si spegneranno domenica notte dopo l’esibizione della band salentina Après La Classe. Il gruppo nasce nel 1996 e subito si afferma nei vari live club pugliesi.

Nel 2002 la band pubblica il primo lavoro discografico “Après La Classe” (Edel) e da qui ha inizio una lunga ed intensa attività live in tutta Italia. Dopo un interminabile tour ricco di folla ed energia, gli Après La Classe si affermano ben presto tra il pubblico italiano.

Nel 2004 esce il loro secondo album, “Un numero”. Comincia da qui la ricerca musicale del gruppo, verso mondi musicali e sonori lontani dai soliti canoni discografici italiani.

La vera “casa” dei ragazzi salentini è ormai il palco, i loro tour divengono interminabili e sempre più affollati e ricevono anche il Premio come gruppo rivelazione dell’anno 2005 dall’Associazione “Super Club Live”.

Nel 2006 esce il loro terzo album “Luna Park” e, nello stesso anno, la band festeggia i dieci anni di attività in compagnia dei Sud Sound System, Caparezza e i Negramaro in un concerto indimenticabile a Sternatìa (Lecce).

Il 2017 è un anno importantissimo per la band, esce il disco “Circo manicomio”, ritornano le sonorità patchanka, raggae, rock e world music che da sempre hanno caratterizzato il sound del combo salentino. Esplode così il tour di colori tra Italia, Belgio, Francia e Svizzera. 

Non ci resta che augurare a tutti ‘Puozzati passa p’a Pratala’. Sì, perché i dieci anni di storia del Puozzi dimostrano che la sua energia è più che positiva.